Uno yacht con una Bugatti Chiron in “omaggio”: il progetto in un video

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:50
131

Un designer italiano ha proposto un progetto di uno yacht che prevede una Bugatti Chiron inclusa nel prezzo: tutti i dettagli.

Yacht Xenos
(Foto: Lazzarini)

Xenos, The Hyperyacht. Questo il nome del panfilo presentato da Pierpaolo Lazzarini, un designer italiano, specializzato nella creazione di progetti futuristici che coinvolgono un po’ tutti i settori, dall’automotive all’architettura, dall’aeronautica alla nautica. Ma la proposta in questione prevede come “omaggio” una Bugatti Chiron, destinata ad essere parcheggiata in un garage dello yacht una volta in mezzo al mare. Garage che poi si aprirà per consentire la discesa in strada al momento dell’attracco, tramite una passerella regolabile.

Un progetto che al momento è solo un’idea, ma che, se trovasse facoltosi finanziatori, potrebbe presto prendere forma concreta. Il prezzo, però, sarà piuttosto elevato per poterselo aggiudicare: 40 milioni di euro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Berlusconi e la storia del “Principessa VaiVia”, il primo yacht di famiglia

Xenos, lo yacht con una Bugatti Chiron inclusa nel prezzo: le caratteristiche – Video

Xenos sarà uno yacht ibrido e sarà disponibile in due versioni: l’Hyperyacht, per l’uso privato, e il Seajet Piercer, destinato al trasporto di passeggeri. Sarà lungo 39,9 metri, spinto, in base alle opzioni scelte, da 2, 3 o 4 motori, conferendole una potenza tra i 7.300 cv e i 15.000 cv. La velocità massima dichiarata è di 90 nodi, pari a 170 km/h. Un record per un’imbarcazione di queste dimensioni.

Lo scafo è stato concepito in carbonio e alluminio, mentre, lungo il panfilo, ci saranno finestre fotocromatiche, le cui trasparenze varieranno in base all’intensità della luce. Sul tetto vi saranno altresì pannelli solari, che forniranno l’energia elettrica necessaria agli spostamenti, per un’autonomia massima da 8 ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lamborghini, dalle auto alla nautica: arriva lo yacht ispirato alla Sian