BMW, accelerata per auto elettriche e ibride: i piani per il 2025

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:55
16

La BMW punta con sempre più convinzione su ibrido plug-in ed elettrico. I tedeschi pronti con nove modelli “green” entro il 2025

BMW, accelerata per auto elettriche e ibride: i piani per il 2025
BMW, accelerata per auto elettriche e ibride: i piani per il 2025

La BMW è al lavoro per rendere il suo parco vetture sempre più ecologico, con una virata decisa sui motori plug-in ed elettrici; il tutto, naturalmente, senza trascurare i propulsori endotermici, almeno al momento. Ciò nonostante la casa di Monaco di Baviera ha varato un piano decisamente ambizioso, in ottica breve-medio termine che vedrà la flotta del marchio votata al “green“. L’obiettivo dei tedeschi è infatti provare a vendere circa sette milioni di veicoli entro il 2025 che siano alimentati a batterie, tra ibrido plug-in ed elettrico al 100%. Ecco perché nei prossimi anni vi sarà la commercializzazione di ben nove veicoli di punta che saranno ecologici. Gli appassionati del marchio tedesco potranno scegliere tra la i1, la i3, i4 ma anche i5 e i7; anche gli amanti dei Suv però avranno l’imbarazzo della scelta tra l’iX1, l’iX5 e l’iX7.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Peugeot 3008, arriva il restyling sotto al cofano: c’è anche l’ibrido. Le novità

BMW, corsa ad ibrido ed elettrico: coinvolta anche la Mini

BMW, accelerata per auto elettriche e ibride: i piani per il 2025
Una BMW in fabbrica (Getty images)

Nel processo di “elettrificazione” della casa, rientra anche il marchio Mini. Al momento le idee sono ancora da sviluppare su quest’ultimo marchio anche se a breve vi sarà lo sviluppo di due vetture elettriche. L’obiettivo di BMW è arrivare a circa 500.000 immatricolazioni di veicoli elettrici ad un anno; una sfida tutt’altro che semplice da vincere, considerato come il marchio, fin qui, abbia venduto poco più di 500.000 e viaggia ad una media di circa 43mila (qualcosa in meno, ndr) auto “green” ad anno. Si tratterebbe, quindi, di decuplicare le vendite in quel settore; ecco perché da Monaco hanno fretta nel commercializzare i nuovi modelli.

LEGGI ANCHE >>> Auto Elettriche e produzione batterie: la risposta di PSA a Tesla in Europa