Lewis Hamilton investe nell’Extreme E: il nuovo team del pilota Mercedes

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59
17

Anche Lewis Hamilton entra nel mondo delle scuderie motorsport con una squadra tutta sua, che sarà interamente finanziata dal campione del mondo e leader dell’attuale classifica di Formula 1.

Hamilton Extreme E
La ricostruzione virtuale di quella che sarà la X44 di Hamilton (Foto: X44 Official)

La competizione, riconosciuta dalla FIA e che inizierà il suo calendario di gare ufficiale il prossimo anno, si chiama Extreme E ed è riservata ad auto Full Electric e 4×4 in una serie di competizioni molto interessanti che coinvolgeranno le auto in una serie di eventi misti tra rally e rally raid.

Lewis Hamilton investe nell’elettrico

É  nota la passione di Lewis Hamilton per tutto quello che riguarda il mondo dell’automobilismo elettrico e del fuoristrada. Da qualche tempo il pilota inglese aveva intenzione di investire in una scuderia tutta sua e, per diverso tempo, si era parlato anche di un suo ingresso all’interno della Mercedes come azionista. Ma al momento, nonostante il suo contratto con la scuderia guidata da Toto Wolff non sia ancora stato rinnovato, questo tipo di impegno non si è mai concretizzato. Hamilton ha anche stabilito quanto vuole investire in questo tipo di riparazione, e si tratta di parecchi soldi: almeno un quarto del suo guadagno globale dal mondo della Formula 1 che al momento lo vede come pilota più pagato in assoluto del circus.

La scuderia di Lewis Hamilton si chiamerà X44, una sintesi interessante tra la filosofia dello sport. Extreme, così come i terreni che le auto dovranno affrontare e off road, e dunque 4×4; senza dimenticare il numero abbinato da tempo alla carena della Mercedes campione del mondo, il 44.

LEGGI ANCHE > “Ferrari, nessun rimpianto” Hamilton chiude definitivamente alla Rossa

Lewis Hamilton
(Getty Images)

Hamilton non farà il pilota

Il campionato, nel frattempo, è in via di definizione: il regolamento della FIA è stato completato soltanto in parte. Si sa già che i piloti per ogni scuderia dovranno essere almeno due, un uomo e una donna. Ma Hamilton ha già annunciato che non farà parte della squadra dei piloti: “É un progetto per me molto entusiasmante e per una volta per me sarà divertente avere un ruolo completamente diverso da quello di essere il pilota del team. Inutile sottolineare quanto per me sia importante investire in un progetto che abbia al centro dell’attenzione la consapevolezza che riguardano i temi ambientali più critici che il nostro pianeta deve affrontare facendo qualcosa di concreto e lavorando con la mia fondazione insieme alle organizzazioni di beneficenza locali per lasciare una traccia è un’eredità che sia anche origine di cambiamento”.

Il colore ufficiale della scuderia di Hamilton sarà il viola. Presentando il progetto il pilota inglese ha anche presentato quella che sarà la livrea dell’auto. Ma alcune delle sue caratteristiche tecniche rimangono in gran parte segrete. Hamilton non ha voluto infatti rivelare né i partner commerciali né quelli tecnologici della sua scuderia. Si sa solo che il telaio utilizzato sarà quello dell’Odissey 21, il bestione da 1650 kili presentato lo scorso anno al Goodwood Festival of Speed del quale Hamilton possiede alcuni modelli e un prototipo.

LEGGI ANCHE > F1 GP Monza, Hamilton recrimina:”Errore grave, lotta per il titolo invariata”

“Un progetto per il cambiamento”

Hamilton è in trattativa con diversi fornitori per un motore che – dice il campione – “sarà potente almeno quanto virtuoso nei suoi consumi e nella sua utilizzazione”. Il presidente della Extreme E, Alejandro Agag, uomo simbolo di tutto il movimento elettrico all’interno del Motorsport riconosciuto dalla FIA, si è detto entusiasta di accogliere gli US Hamilton all’interno del progetto: Lewis si rivela una volta di più un grande appassionato di sport motoristici che condivide con noi la convinzione che chiunque possa fare la sua parte su temi che sono vitali nel mondo come il cambiamento climatico e l’uguaglianza. È uno dei piloti di maggior successo di tutti i tempi. Con lui siamo convinti che il nostro progetto sia ancora più forte da un punto di vista non solo agonistico ma anche di comunicazione”.

Al momento le scuderie già coinvolte nel progetto sono otto. La X44 si unisce a Techeetah, Abt, Andretti-United Autosports, Chip Ganassi Racing, HWA, QEV e Veloce. Il campionato mondiale di Etreme 4×4 inizierà il prossimo anno, dal 23 gennaio, in Senegal. Al momento il calendario prevede cinque tappe anche se è allo studio di inserimento di nuovi eventi.

LEGGI ANCHE > F1 GP Monza, Hamilton investigato e penalizzato in Gara: il motivo