GP Russia, Leclerc oltre i problemi: “Bello essere un pilota Ferrari”

Nonostante i grandi problemi della Ferrari, anche a Sochi c’è la volontà di Charles Leclerc di dare il massimo per fare un buon risultato.

Charles Leclerc F1 Russia 2020
Charles Leclerc (Getty Images)

Il Gran Premio di Russia 2020 sarà molto diverso da quello del 2019 per la Ferrari. Un anno fa Charles Leclerc faceva la pole position e chiudeva la gara al terzo posto. Stavolta lo scenario è decisamente diverso.

Abbiamo visto in più occasioni quanto la SF1000 sia una monoposto poco competitiva e a Sochi non è atteso alcun exploit. Vero che la scuderia di Maranello porta alcune novità di aerodinamica, però nulla che dovrebbe migliorare in maniera netta il livello della vettura. I piloti sperano comunque di soffrire meno del previsto nel weekend russo.

LEGGI ANCHE -> F1 GP Russia: orari Prove Libere, Qualifiche e Gara (25-27 settembre)

Leclerc in conferenza stampa da Sochi

Charles Leclerc Ferrari
Charles Leclerc, pilota Ferrari (Getty Images)

Leclerc ha parlato oggi in conferenza stampa da Sochi e ha iniziato parlando delle sue sensazioni nell’essere pilota della scuderia del Cavallino Rampante: «È sempre bello essere un pilota Ferrari e fare parte di questo team, anche se le prestazioni ora non sono quelle che vorremmo. La situazione è difficile in questo momento».

Il driver di Maranello spera di gareggiare nuovamente al Mugello, dove la Ferrari ha disputato il gran premio numero 1000 della propria storia in F1: «Amo quella pista, ha grande storia. Spero di tornarci».

In merito alla possibilità concreta che Lewis Hamilton raggiunga a Sochi il numero (91) di vittorie di Michael Schumacher, questo il suo giudizio: «Lewis merita tutto quello che sta facendo in Formula 1».

LEGGI ANCHE -> Hamilton, il riconoscimento di Time: un’altra vittoria per Lewis