Mercedes-Benz, perché si chiama così: l’origine “familiare” del nome

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:00

Alla scoperta dell’origine del nome Mercedes-Benz, marchio tedesco tra i più apprezzati al mondo

Mercedes
Mercedes Classe S (Getty Images)

E’ uno dei marchi automobilistici più prestigiosi e belli. Stiamo parlando della Mercedes, casa tedesca sinonimo di classe ed eleganza, che fabbrica modelli apprezzati ed amati da tutti gli automobilisti, ma non proprio economici e per tutte le tasche.

Un marchio che affascina, con il logo della Stella a tre punte, con la casa di Stoccarda che racchiude in sé anche la sportività e velocità. D’altronde, non è un caso, come il reparto corse in Formula 1 stia dominando da sei anni consecutivi, con altrettanti titoli mondiali vinti tra piloti e costruttori. Eppure c’è una curiosità che coinvolge gli automobilisti da decenni. Perché si chiama Mercedes quel marchio? Da dove deriva il nome? D’altronde trattasi pur sempre di un nome femminile di persona.

Ebbene, pare proprio che la provenienza sia quella appena descritta. La colpa (o merito, fate voi) va alla figlia di Emil Jellinek, importatore Daimler a Nizza, già diplomatico austriaco, che diede al marchio il nome di sua figlia, Mercedes per l’appunto. Era il 1898 e l’uomo considerò più facile, anche dal punto di vista del marketing, il nome Mercedes anziché “Daimler-Motoren-Gesellschaft”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lancia Delta, storia di un’Auto icona: dalle strade ai rally, quanti successi

Mercedes, la fusione con Benz

Mercedes fabbrica
Mercedes fabbrica (Getty Images)

Da allora il marchio Mercedes divenne il simbolo della casa automobilistica, con tanto di registrazione nel 1902, il 23 giugno per l’esattezza. Inizialmente, però, il marchio era solo l’unione dei due nomi, Daimler-Mercedes perché poi solo nel 1925 diventò definitivamente Mercedes-Benz, come a tutt’oggi è chiamata, per la fusione tra Daimler e Benz nel 1926.

E la casa ha sempre avuto l’inclinazione alle corse, considerato come Jellinek fosse appassionato delle stesse, tanto da iscrivere le sue auto alle gare con il nome “Daimler-Mercedes”. Tante le vittorie, ma solo nel 1900, dopo una tragedia che fece scegliere alla Daimler di lasciare le corse, che nacque la prima Mercedes della storia, voluta fortemente da Jellinek. Era la 35 HP, già allora apprezzata per le caratteristiche che ancora oggi distinguono le Mercedes. Eleganza ma anche solidità e raffinatezza, interna ed esterna.

Il logo Mercedes-Benz

Se il nome Mercedes, adottato definitivamente nel 1926, arriva dalla figlia di Jellinek, qual è l’origine del logo? La Stella a tre punte chiusa in un anello è la fusione – perfetta – dei due marchi di Daimler e Benz. Quest’ultima era contraddistina da una corona di alloro, mentre il simbolo della Daimler era una stella a tre punte con un significato particolare.

Aria, mare e terra, tre degli elementi esistenti in natura che contraddistinguono anche le strade della mobilità possibile sulla Terra. Una sorta di trasmissione di grinta e, al tempo stesso, di potere.

LEGGI ANCHE >>> Ibrahimovic, una Porsche esclusiva per i 39 anni: fan scatenati