Rolls Royce, lo Spirit of Ecstasy luminoso bandito dall’Unione Europea

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:58

La Rolls-Royce ha ritirato dal mercato la versione illuminata dello Spirit of Ecstasy: per l’Unione Europea l’elemento rientrerebbe nelle fonti di inquinamento.

Rolls Royce Spirit of Ecstasy
Rolls Royce, Spirit of Ecstasy luminoso (Getty Images)

Pessime notizie per i possessori di Rolls-Royce, se può dirsi che chi ne vanti una nel proprio garage possa essere per qualsivoglia motivo dispiaciuto. La versione luminosa dello Spirit of Ecstasy, il simbolo tridimensionale che scenicamente appare all’accensione dell’auto, è stata bandita. Ma da chi? Dall’Unione Europea, la quale avrebbe individuato in essa una fonte di inquinamento luminoso. A riportare la notizia il Daily Mail che ha anche raggiunto un portavoce della casa automobilistica di lusso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rolls Royce produrrà Auto elettriche, l’attesa non sarà breve

Rolls-Royce, addio alla versione luminosa dello Spirit of Ecstasy

Rolls Royce Spirit of Ecstasy
(Rolls-roycemotorcars.com)

Lo Spirit of Ecstasy è uno degli elementi distintivi di Rolls-Royce. Dalla sua prima apparizione nel 1911, la Flyng Lady ha sempre raccolto i pareri positivi degli appassionati. Figurarsi poi quando Rolls-Royce nel 2013 decise di lanciarne una versione luminosa. Un nuovo optional che quasi nell’immediato la casa decise di rendere disponibile per tutti i suoi veicoli. Salvo poi il grande passo indietro: dallo scorso anno, infatti, l’esuberante statuetta illuminata non è più disponibile.

Una decisione assunta a malincuore dalla casa ed altrettanto negativamente recepita da coloro i quali già ne possedevano una. Ma cosa ha determinato la scomparsa dal catalogo del tanto apprezzato optional? L’Unione Europea, o meglio una sua decisione, ad avviso della quale l’elemento decorativo sarebbe fonte di inquinamento luminoso.

Scusandosi per il “disservizio”, la Rolls-Royce ha comunicato a coloro i quali avevano già speso  4mila euro per l’installazione della statuetta, che avrebbe provveduto a proprie spese allo scollegamento, come anche ad un rimborso totale della spesa d’acquisto, nonché alla sostituzione con una non illuminata.

I microfoni della redazione del Daily Mail hanno raggiunto la Rolls-Royce, un cui portavoce ha confermato che nonostante il successo dello Spirt of Ecstasy in versione glow, è corso l’obbligo di ritirarlo dal mercato a causa di una modifica operata dall’Unione Europea in tema di inquinamento luminoso. Nello specifico si parla del Regolamento n.48 avente ad oggetto l’omologazione di dispositivi luminosi sulle auto, che pare manchi proprio a quelli apposti sui cofani delle auto. Conforme sul punto arrivano anche dall’Agenzia di Certificazione dei Veicoli del Regno Unito, a parere della quale gli ornamenti apposti in quella particolare porzione di macchina non soddisferebbero i requisiti richiesti dal procedimento di omologazione dei veicoli secondo i canoni dell’UE.

La luminosa Flying Lady era un optional disponibile per tutti i modelli Rolls-Royce, inclusi Phantom, Ghost, Wraith, Dawn cabriolet e per il Suv Cullinan.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rolls Royce Ghost, nuova versione della berlina: lusso e potenza – Foto