Audi, nuovo progetto per ridurre le emissioni: la CO2 diventa roccia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10
13

Audi, nuovo progetto per ridurre le emissioni: la CO2 diventa roccia attraverso un processo di conversione innovativo studiato assieme alla società svizzera Climeworks

Audi
Audi, nuovo progetto per ridurre le emissioni: la CO2 diventa roccia (Foto: Wheelsage)

La società svizzera Climeworks sta costruendo il più grande impianto al mondo di cattura e stoccaggio dell’aria in Islanda, finalizzato a convertire la CO2 atmosferica in roccia. Audi sta collaborando con la start-up ambientale con sede a Zurigo per sviluppare una tecnologia innovativa in tema di emissioni. La riduzione dell’anidride carbonica è da sempre uno degli obiettivi delle case automobilistiche e l’azienda tedesca vuole farsi trovare pronta alle sfide del futuro. L’impianto filtrerà 4.000 tonnellate di anidride carbonica dall’aria e la mineralizzerà sottoterra.

Con la tecnologia di cattura diretta, l’anidride carbonica viene estratta dall’ambiente e l’aria priva di CO2 viene restituita all’atmosfera. Il nuovo impianto di Climeworks in Islanda trasporta l’anidride carbonica filtrata sotto la superficie terrestre, dove i processi naturali la trasformano in roccia. L’anidride carbonica viene così rimossa permanentemente dall’atmosfera.

L’Islanda è uno dei tanti luoghi sulla Terra che offrono le condizioni ideali per questo processo. La sua origine vulcanica rende il paese una delle regioni geotermiche più potenti del mondo. Questo permette di convertire il calore del pianeta in energia elettrica in modo economico e ad impatto zero per l’ambiente. Inoltre, la roccia in Islanda ha la composizione ideale per immagazzinare grandi quantità di CO2.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Audi, in arrivo “Functions on Demand”: come personalizzare l’Auto

Audi, nuovo progetto per ridurre le emissioni: la CO2 diventa roccia

Audi emissioni
Audi, nuovo progetto per ridurre le emissioni: la CO2 diventa roccia (Foto: Wheelsage)

L’Audi si è schierata in prima linea nello sviluppo di tecnologie in grado di abbattere le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente. Proprio su questo si è espresso il direttore dei progetti sostenibili, Hagen Seifert: “Da un punto di vista scientifico, l’assorbimento di anidride carbonica dall’atmosfera è una misura importante oltre alla riduzione delle emissioni per raggiungere gli obiettivi climatici del Gruppo. Stiamo contribuendo alla decarbonizzazione attraverso il nostro coinvolgimento nel progetto di cattura della CO2 di Climeworks”.  Audi sta ancora una volta seguendo il suo approccio innovativo, partecipando al progetto per promuovere lo sviluppo e l’implementazione significativa di tecnologie per la protezione del clima.

Il progetto a sostegno della Climeworks è iniziato nel 2013. Due anni fa le società hanno costruito uno stabilimento a Hinwil, in Svizzera, che filtra la CO2 dall’aria e la fornisce all’industria delle bevande, dove viene convertito in acido carbonico. Audi sta estendendo questa partnership di successo con il progetto in Islanda e portandola al livello successivo. Il brand dei 4 anelli sta inoltre supportando la start-up svizzera con il suo know-how tecnologico, ad esempio per lo sviluppo di nuovi concept per gli scambiatori di calore.

Entro il 2025, il Gruppo Volkswagen intende ridurre l’impatto ecologico delle auto del 30% rispetto al 2015. Audi ha quindi fissato obiettivi ambiziosi in tutte le aree dell’azienda con lo scopo di azzerare la produzione di CO2 entro il 2050.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Diesel, dalla Finlandia il carburante a basse emissioni: la composizione