Alex Marquez, l’investitura di Puig: “Ha capito la Honda meglio di Lorenzo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20

Alex Marquez, l’investitura di Puig: “Ha capito la Honda meglio di Lorenzo”. Il direttore HRC non ha dubbi sul potenziale del giovane spagnolo e lo paragona a grandi campioni del passato

Alex Marquez
Alex Marquez, l’investitura di Puig: “Ha capito la Honda meglio di Lorenzo” (Foto: Getty)

Alberto Puig, direttore di Repsol Honda, ha commentato ai microfoni di DAZN i progressi di Alex Marquez, reduce da due ottimi podi a Le Mans e Aragon. Il manager spagnolo è arrivato anche a paragonarlo, e preferirlo, a Lorenzo e Pedrosa, alfieri del recente passato del marchio giapponese.

Alex non conosceva la MotoGP e si è dovuto ambientare pian piano. E’ cresciuto davvero moltissimo nell’ultimo periodo e adesso capisce meglio ma moto rispetto a tre o quattro mesi fa. Questo dimostra anche che la Honda non è così male come molti dicevano, richiede solo un lungo periodo di adattamento“.

Poi aggiunge: “Alex ha capito a pieno i segreti dell’HRC e adesso va più forte di Lorenzo e dell’ultimo Pedrosa. L’anno scorso Jorge, che possiamo considerare tra i migliori della storia, non riusciva a farla andare veloce. Devo ammettere che non è semplice per guidabilità e caratteristiche ma se sai come prenderla, e i Marquez lo sanno bene, è un’ottima moto“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Alex Marquez è scatenato: “Ora la mia Honda non ha più segreti”

Alex Marquez, l’investitura di Puig: “Farà benissimo anche con LCR nel 2021”

Alex Marquez
Alex Marquez, l’investitura di Puig: “Farà benissimo anche con LCR nel 2021” (Foto: Getty)

Puig si avventura in un paragone scomodo che però non scompone più di tanto Alex Marquez. A margine delle prime prove libere del venerdì, il giovane spagnolo ha commentato: “Non so quali problemi avesse avuto Jorge con la Honda, ma per quanto riguarda Pedrosa dobbiamo anche considerare che ha fatto benissimo in tanti anni. Forse non si era adattato all’ultima versione dell’HRC, anche perchè era a fine carriera“.

Il manager della Repsol Honda sottolinea anche un altro particolare: “La MotoGP, come stile di guida è molto cambiato nell’ultimo periodo. Non mi sorprende che anche grandissimi piloti del passato non siano riusciti ad adattarsi. Paradossalmente è più facile per le giovani leve che sono già abituate ad un certo modo di affrontare le curve“.

Marquez Junior lascerà però il team ufficiale per accasarsi in LCR con Lucio Cecchinello nel 2021. Una decisione già presa ad inizio stagione e che Puig continua a sostenere come la più giusta. “Sono convinto che potrà fare benissimo con la squadra satellite. Rimarrà in orbita Honda e potrà affinare la sua tecnica. In futuro non escludo che possa tornare più pronto qui con noi“. Magari per insidiare il fratello, sempre a caccia di un rivale all’altezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Honda può cambiare idea su Alex Marquez”: il “pronostico” di Livio Suppo