Chevrolet Caprice, l’Auto custom con la livrea dedicata a Hulk | Foto

Una Chevrolet Caprice del 1989 è stata personalizzata a tema Hulk da Spade Kreations. Le foto dell’Auto custom

Chevrolet Caprice Hulk
La Chevrolet Caprice con livrea dedicata a Hulk (Foto: Getty Images)

Un’auto da supereroe. E’ proprio il caso di dirlo parlando di questa Chevrolet Caprice del 1989 personalizzata con il tema di Hulk. La vettura è adesso in vendita sul portale online di Streetside Classics. Un autentico gioiello che gli appassionati della Marvel potranno aggiudicarsi ad un prezzo di 39.995 dollari.

Questa Caprice “vecchia scuola” risalta senza dubbio per la carrozzeria, interamente dedicata al Golia Verde. Proprio come lui, il veicolo spicca per l’imponenza attribuitagli, in particolar modo, dalle enormi ruote da 30 pollici montate da Spade Kreations, uno specialista delle customizzazioni. Inoltre, anche la potenza tipica dell’eroe dei fumetti non poteva essere tralasciata dall’azienda. Il motore V8 da 7,0 litri, infatti, eroga la bellezza di 505 cv e 637 Nm di coppia.

LEGGI ANCHE >>> Mini Elettrica, la versione celebrativa dedicata a Flash: il video

Chevrolet Caprice, le caratteristiche dell’Auto di Hulk

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SolidWhipz (@solidwhipz)

Quelle sopraelencate, tuttavia, non sono le uniche caratteristiche da citare. Infatti, la Chevrolet in questione vanta di un articolato sistema audio, composto da 14 amplificatori, 4 subwoofer e ben 28 altoparlanti collocati al posto dei sedili posteriori. Personalizzati sono altresì la griglia frontale, l’impianto luci, entrambi i paraurti e le porte. Inoltre, sul fronte accessori, la macchina è dotata di piantone dello sterzo inclinabile, tetto apribile elettronicamente, alzacristalli e sedili elettrici.

In definitiva, si tratta di una Chevrolet Caprice davvero unica, il cui costo della verniciatura, come riporta Auto.it, vale da solo il prezzo dell’intera vettura. Infatti, i dettagli riportati all’esterno sono estremamente accurati. Un progetto, questo, davvero “incredibile”.