Dovizioso in Aprilia: Pernat si sbilancia sul possibile risultato in MotoGP

Pernat è sicuro che Aprilia abbia intrapreso la strada corretta in MotoGP e con Dovizioso in sella alla RS-GP potrà fare ottimi risultati.

Carlo Pernat
Carlo Pernat (Getty Images)

Il 2021 è un anno molto importante per Aprilia, che sembra finalmente essere arrivata a una svolta in MotoGP. Il nuovo prototipo realizzato pare decisamente competitivo, stando a quanto visto finora.

La casa di Noale ha investito molto e lavorato intensamente per mettere in pista una RS-GP in grado di battagliare con le altre moto più veloci della griglia. La strada intrapresa sembra essere quella giusta. C’è fiducia per il futuro, soprattutto se l’azienda veneta riuscirà ad ingaggiare un pilota esperto come Andrea Dovizioso.

LEGGI ANCHE -> Valentino Rossi, il consiglio di Giacomo Agostini per il futuro

Pernat sul progetto Aprilia e Dovizioso

Dovizioso
Andrea Dovizioso (Getty Images)

Carlo Pernat in un’intervista concessa a Mowmag.com ha espresso il proprio pensiero sulla situazione dell’Aprilia: «Sembra che la svolta ci sia stata davvero. La RS-GP21 è finalmente alla pari con le altre, ma sono stati commessi errori. Non c’è un test team e questo è grave se vuoi sfruttare a pieno le concessioni. Però si stanno muovendo bene con Dovizioso, lo corteggiano senza esagerare e senza pressarlo».

Il noto manager del Motomondiale auspica che Dovizioso decida di accettare di sposare il progetto Aprilia: «Mi piacerebbe che Andrea gli aiutasse. Non solo per preparare la moto che eventualmente guiderà nel 2022, ma anche quella di quest’anno tramite test e wildcard, dato che potrebbe farne persino sei. Se li aiuta, potrebbe scapparci qualche podio».

Pernat vede un’Aprilia molto più forte con l’ingaggio dell’ex pilota Ducati, che a maggio farà un secondo test sulla RS-GP dopo quello di Jerez. Lo effettuerà al Mugello e probabilmente sarà decisivo per definire o meno un accordo contrattuale tra le parti.

Il manager genovese si è espresso pure su ciò che sarà Aprilia nel 2022 a livello di team, quando dovrebbe schierare una struttura ufficiale: «Avrà a tutti gli effetti un team ufficiale e Gresini non dovrebbe fare la squadra satellite con loro. Si potrebbe aprire un discorso, che magari è già avviato, con la VR46. Si possono aprire scenari di marketing importanti. Fossi il Gruppo Piaggio non faresti un pensiero sulla possibilità di usare il brand VR46?».