In fuga su un Suv sulla Tangenziale a 190 km/h: la sanzione è da capogiro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:30

Un uomo è stato protagonista di una corsa a 190 km/h su un Suv sulla Tangenziale di Torino: le conseguenze per lui sono davvero pesanti. Decurtazione di punti dalla patente e non solo.

Suv
Auto polizia (Foto: Getty Images)

E’ costata ben 58 punti dalla patente la fuga di un uomo a bordo di un Suv sulla Tangenziale Sud di Torino, fermato dalla polizia mentre sfrecciava a a 190 km/h arrivando a commettere ben 12 infrazioni. Protagonista dell’episodio, avvenuto la scorsa settimana, è stato un uomo di 53 anni che, pur di non arrendersi all’alt, ha proseguito come se niente fosse arrivando anche a cambiare per diverse volte corsia, fino a raggiungere lo svincolo di corso Francia.

Sapere di essere tallonato dagli agenti non lo ha fatto desistere, ma lo ha anzi spinto a superare diverse vetture che erano incolonnate al semaforo, mettendo a rischio anche alcune persone che circolavano a piedi. Non solo, i poliziotti si sono resi conto anche che la vettura viaggiava senza assicurazione nè revisione.

Autocertificazione
Controllo polizia (Foto: Getty Images)

Potrebbe interessarti – Automobilista senza RCA e revisione: recidivo, stangato dalla polizia

La folle corsa sulla Tangenziale di Torino dell’uomo al volante del Suv: l’auto era rubata

Riuscire a fermare il folle automobilista è stato tutt’altro che semplice. Lui, infatti, ha proseguito nonostante l’alt degli agenti anche nelle località di Collegno, Rivoli e Grugliasco. Non contento, l’uomo ha tentato addirittura di speronare la vettura su cui viaggiavano i poliziotti ma il suo Suv ha finito per restare incastrato ed è stato così costretto ad arrendersi.

Nel momento del controllo, la realtà che gli agenti si sono trovati di fronti è stata ancora più grave. Un tempo, infatti, la vettura era infatti di proprietà dell’uomo, ma gli era stata confiscata per poi essere venduta all’asta a un’altra persona. Poco dopo la vendita il Suv era stato però rubato al nuovo proprietario. Non solo, il 53enne aveva con sè anche una borsa a tracolla, in cui erano presenti due coltelli a serramanico di 7 e 10 centimetri.

Le conseguenze per il guidatore sono state inevitabilmente davvero pesanti. Oltre alla denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, detenzione dei coltelli e ricettazione dell’auto, è scattata una sanzione pari a 1.500 euro, oltre alla decurtazione di 58 punti dalla patente. A questa si è aggiunta anche una segnalazione alla Prefettura per la sospensione della patente.