Ford, una scoperta davvero curiosa durante i lavori per la nuova sede

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:30

Sorprendente ritrovamento nella struttura dove la Ford sta realizzando la sua nuova fabbrica: un messaggio in una bottiglia di birra

Ford
Logo Ford (Getty Images)

Una storia decisamente particolare quella che arriva dal Michigan e precisamente da Detroit. Palcoscenico di un ritrovamento decisamente insolito è la Michigan Central Station, ex deposito ferroviario che presto diventerà una nuova fabbrica della Ford.

Proprio gli operai che stanno lavorando alla ristrutturazione dei locali che diventeranno un sito per l’innovazione del marchio hanno ritrovato una bottiglia di birra con all’interno un foglio di carta e un messaggio scritto. Inutile raccontare della grande sorpresa degli operai quando hanno fatto la scoperta. Una bottiglia di Stroh con al suo interno un foglio di carta ben piegato e in discreto stato di conservazione. Non si conosce il contenuto del messaggio presente sul foglio.

LEGGI ANCHE >>> Ford Mustang Elettrica, la prima vettura consegnata in Italia

Nuova sede Ford, ritrovata bottiglia con messaggio

In Michigan la Ford ha già due stabilimenti, tra l’altro uno è quello dove è nata la F-150 Lightning, ma ha deciso di investire anche nel vecchio deposito ferroviario per trasformarlo in un centro di innovazione tecnologica. Durante i lavori di ristrutturazione, ecco la scoperta (non l’unica): la bottiglia di birra risalente al 1913 e il messaggio contenuto al suo intorno.

Il ritrovamento risale a inizio maggio: la bottiglia è stata rinvenuta all’interno di quella che era la sala del tè della stazione. Ora il reperto storico sarà conservato con cura per evitarne il deterioramento. Attualmente non si è riusciti a carpire il significato del messaggio contenuto nella bottiglia ma – come riferisce la ‘Gazzetta dello Sport’ – sarebbe stato scritto da un operaio edile dell’epoca.

Oltre alla bottiglia nel corso dei lavori di ristrutturazione per la nuova sede Ford sono stati rinvenuti altri 200 oggetti. Si va da paia di scarpe per bambini a calcolatrici e set di porcellane.