Reddito di Cittadinanza, ma in garage c’erano Ferrari e Rolls-Royce

Reddito cittadinanza ma con Ferrari e Rolls-Royce in garage. Scovato dalla Finanza a Perugia. Possedeva anche una barca da diporto

Ferrari 488 Pista
Ferrari foto di repertorio (Getty Images)

In un nucleo familiare prendevano tutti il reddito di cittadinanza, altri lo avevano chiesto ed erano in attesa di conferma del sussidio. Ma, in realtà, uno di essi era proprietario di una attività di ristorazione, con quote societarie per un valore complessivo di 1 milione di euro. In più a disposizione c’era un immobile e perfino una barca da diporto. Nel garage, invece, sono state trovate numerose auto di lusso e d’epoca per un valore di milioni di euro.

Lamborghini, Ferrari, Bentley, Rolls-Royce, Maserati, Jaguar, Mercedes Benz, Pontiac e perfino una Limousine. Un garage da sogno risalente a uno dei componenti della famiglia che prendeva abitualmente il sostegno statale. La scoperta è stata fatta dalla Guardia di Finanza di Perugia ed è stata riportata dall’Ansa.

Leggi anche – Gira in Ferrari mentre percepisce il Reddito di Cittadinanza: denunciato

Reddito di Cittadinanza, ma con un garage da sogno a Perugia

Le indagini sono state rese possibili dalla sinergia tra i finanzieri e l’Inps, che hanno voluto vederci chiaro durante la verifica delle autocertificazioni. Ovviamente il tenore di vita della famiglia è stato immediatamente giudicato incompatibile con il reddito di cittadinanza, e per questo le indagini sono state sviluppate e approfondite. Tra l’altro, i soggetti erano abituati a frodi contro lo stato, visto che risultavano evasori totali e qualcuno di questi percepiva anche pensioni di invalidità.

La Finanza ha scoperto anche un giro di conti di gioco, sui quali sono transitati migliaia di euro. Sempre in Umbria, nel 2020 la Guardia di Finanza ha trovato e denunciato frodi per oltre 700mila euro percepiti indebitamente con dichiarazioni false per il reddito di cittadinanza. Altri 30mila euro furono chiesti ma non ancora percepiti.