Leclerc e la Ferrari 2022: il retroscena del pilota sulla nuova monoposto

Leclerc nella conferenza stampa in vista del GP d’Austria ha avuto modo di parlare anche della Ferrari 2022 e di svelare un retroscena.

Charles Leclerc
Charles Leclerc (Getty Images)

Nel Gran Premio di Stiria si è vista una Ferrari forte e anche nel secondo appuntamento in Austria dovrebbe essere così. Stavolta, però, serviranno meno errori per riuscire in gara a ottenere il massimo.

Charles Leclerc la scorsa domenica si è dovuto accontentare di un settimo posto alle spalle del compagno di squadra Carlos Sainz, a causa di un contatto iniziale con Pierre Gasly che ha condizionato la sua gara. Certamente il pilota monegasco cerca riscatto, sa di avere una monoposto capace di finire davanti alla McLaren (quinta con Lando Norris domenica) al Red Bull Ring di Spielberg.

LEGGI ANCHE -> F1, Red Bull e Ferrari: Horner rivela un progetto tra i team poi svanito

F1 GP Austria, Leclerc parla in conferenza stampa

Charles Leclerc
Charles Leclerc (Getty Images)

Leclerc nella consueta conferenza stampa del giovedì ha confermato di essere ottimista in vista del GP d’Austria di F1: «Mi piace la pista perché c’è un ritmo infernale, è tra le mie preferite. Avevamo un buon passo lo scorso weekend, ho fatto una buona prestazione nonostante il contatto con Gasly. Dopo la gara negativa in Francia abbiamo lavorato tanto sulla monoposto per migliorare».

In Ferrari hanno deciso di fare solamente piccoli interventi sulla SF21, visto che la concentrazione massima della fabbrica è rivolta alla macchina del 2022. A tal proposito, Charles ha fatto una rivelazione: «Per il momento il progetto 2022 è solamente numeri e previsioni, bisogna fare il massimo per evitare errori. Comunque ho guidato al simulatore una sorta di anteprima della monoposto che verrà. Un livello base, si tratta solamente dei primi passi. Il Mondiale 2022 sarà un nuovo inizio per tutti».

Al pilota monegasco è stato domandato anche della novità della sprint race che esordirà a Silverstone: «Sono eccitato all’idea di correrla. Però dobbiamo capire se aggiunge qualcosa alle qualifiche oppure no».

Gestione cookie