Sputava ogni giorno sull’Auto della ex moglie: fermato in flagranza

Continuava a tormentare l’ex moglie offendendola sui social e tempestando di sputi la sua auto: arrestato un 39enne

Sputava ogni giorno sull'Auto della sua ex moglie: finisce in manette
Sputava ogni giorno sull’Auto della sua ex moglie: finisce in manette (Getty)

Un’opera di stalking incessante nei confronti della sua ex moglie, perché non accettava la fine del loro matrimonio. Come riporta l’agenzia di stampa Adn Kronos, un 39enne romano si è messo nei guai ed è stato arrestato dalla polizia. L’uomo tormentava e ossessionava la donna con ripetute umiliazioni e anche percosse. Una serie di atteggiamenti intimidatori e violenti e che hanno portato la donna a un’esasperazione sempre crescente.

L’uomo ara arrivato anche a sputare sistematicamente sull’automobile di proprietà della consorte, una sorta di rito quotidiano. Quando la donna ha trovato il coraggio di denunciare sono scattate le indagini e il conseguente arresto, operato dagli investigatori del X Distretto Lido.

Leggi anche – Saltano nudi sull’Auto dei carabinieri: arrestati due turisti tedeschi – Video

Auto Polizia stradale
Una volante della Polizia autostradale (Getty Images)

Sputava tutti i giorni sull’auto dell’ex moglie, 39enne finisce in manette

La vittima ha raccontato che il marito la attaccava e offendeva ripetutamente sui social con insulti di ogni tipo. Non mancavano decine di messaggi e di telefonate: un atteggiamento che andava avanti ormai da circa tre mesi: il motivo era la fine della relazione chiesta dalla moglie. E ogni mattina, quando usciva per andare al lavoro, la donna ritrovava la propria automobile coperta di sputi.

Gli inquirenti hanno svolto le indagini facendo appostamenti proprio nei pressi della vettura parcheggiata e hanno colto in flagrante l’uomo che, di buon ora, l’attingeva di sputi. Dopo aver raccolto il materiale oggetto di denuncia e fatti gli opportuni riscontri, sono scattate le manette. Per lui l’accusa è di atti persecutori e sono immediatamente scattati gli arresti domiciliari e dovrà rispondere dei reati che gli sono stati contestati.