Marquez, il retroscena sull’infortunio: un dubbio incombe sul pilota

Marc Marquez assente a Portimao per l’infortunio in allenamento. Alberto Puig e suo fratello Alex svelano alcuni dettagli dell’incidente.

Marc Marquez (Foto LaPresse)

Marc Marquez è il grande assente nel week-end di MotoGP a Portimao, penultimo round stagionale. Nei giorni scorsi il pilota Honda si stava allenando su una enduro nei pressi di Cervera, quando ha riportato una caduta che inizialmente non ha dato nessuna preoccupazione. Il giorno dopo, secondo quanto riportato dal team manager Alberto Puig, un leggero stato confusionale ha spinto il campione a sottoporsi ad un controllo medico dove gli è stata diagnosticata una commozione cerebrale.

HRC ha preferito tenere Marc Marquez a riposo dal momento che non è in corsa per nessun obiettivo. “Un normale incidente mentre si allenava in montagna con una enduro, è stata sfortuna – ha commentato Puig ai microfoni di Simon Crafar -. È caduto a terra e ha battuto la testa. Stava bene, ma ha cominciato a sentirsi un po’ stordito, così è andato dal dottore“. I medici gli hanno consigliato di saltare il GP di Algarve e sottoporsi ad altri accertamenti nella giornata di lunedì. Quindi la partecipazione al GP di Valencia resta in dubbio.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, l’invito di un marchio storico: “Se ci cercasse…”

Il rientro del Cabroncito

Marc Marquez (Foto LaPresse)

Al momento della caduta suo fratello Alex Marquez non era con lui come solitamente avviene nelle giornate lontano dai circuiti. Insieme al Cabroncito c’era il preparatore atletico Josep Garcia. “Il mio programma di allenamento era un po’ diverso quella mattina, stavo in palestra, lui è andato con la moto da cross su un circuito vicino a casa, a cinque minuti di distanza“.

La priorità è recuperare Marc in vista dei test IRTA del 18-19 novembre, quando i costruttori porteranno i primi prototipi 2022, si dovranno raccogliere dati utili su cui lavorare durante l’inverno in vista del prossimo Mondiale. La RC213V ha mostrato diverse lacune tecniche su cui Marquez stava lavorando già dal suo rientro ad aprile dopo il lungo infortunio. Ma non è da escludere che potremo rivederlo già la prossima settimana al Ricardo Tormo di Valencia. Tutto dipenderà dalla visita medica di lunedì.