Ritrovano il Piaggio “Ciao” rubato 23 anni fa: la reazione del proprietario

I carabinieri hanno ritrovato il suo “Ciao” rubato nel 1998, 23 anni fa. Il proprietario commosso: “È come tornare indietro nel tempo”

Rubarono il suo Ciao Piaggio 23 anni fa: incredibile scoperta dei carabinieri
Rubarono il suo Ciao Piaggio 23 anni fa: incredibile scoperta dei carabinieri (Youtube)

Il mitico “Ciao Piaggio”. Proprio così: prima il modello, poi il marchio. Perché quel motorino che ha segnato gli anni ’70 e ’80 è diventato un’icona della vita degli italiani in quel periodo. Piccolo, leggero e a buon mercato. Comodissimi nelle sue dimensioni quasi da bicicletta. Un oggetto diventato oggi di culto, che praticamente per strada è quasi impossibile da vedere. Forse anche per questo i carabinieri della stazione di Celenza Valfortore, in provincia di foggia, lo hanno notato nel corso di alcuni controlli sulla viabilità.

Quel “cinquantino” che riporta alla memoria di altri tempi ha colpito la loro attenzione. Alla guida c’era una persona che voleva “spacciarlo” per una sorta di bici a motore di cui non ricordava con precisione la provenienza. I militari, invece, hanno subito appurato che si tratta di un veicolo che oggi va considerato di valore storico, e quindi hanno voluto vederci chiaro.

Leggi anche – Tom Cruise, rubata la sua BMW: il presunto metodo hi-tech usato dai ladri

Rubarono il suo Ciao Piaggio 23 anni fa: incredibile scoperta dei carabinieri

Rubarono il suo Ciao Piaggio 23 anni fa: incredibile scoperta dei carabinieri

Quel Piaggio “Ciao”, tenuto tra l’altro in ottime condizioni, è stato sottoposto ad accertamenti incrociati partendo dal numero di telaio, ormai quasi cancellato dal tempo e le intemperie. E’ venuto fuori che quel ciclomotore era in realtà refurtiva, perché fu rubato a Salerno ben 23 anni fa, nel 1998. I carabinieri sono riusciti a contattare il proprietario e dargli la bella (e sicuramente inaspettata) notizia.

Ovviamente il motorino è stato riconsegnato all’uomo, oggi 50enne, che davvero mai poteva immaginare di ritrovare il suo amato “Ciao“. “Sono tornato indietro nel tempo”: queste le parole del proprietario, riportate da “Il Messaggero”, che ha raccontato questa romantica storia. Commosso quel ragazzino ormai diventato un uomo adulto, che per anni ha pensato a che fine avesse fatto il suo amato motorino, compagno di mille passeggiate.