Volvo, Auto sempre più connesse: l’integrazione con Google Assistant

Volvo renderà i propri modelli sempre più connessi grazie ad una novità che porterà all’integrazione diretta con Google Assistant.

Volvo Google Assistant
(Volvo media press)

Interessante novità da Volvo, che si appresta a diventare la prima Casa automobilistica a realizzare un’integrazione diretta tra le sue Auto e Google Assistant. Si tratta di un netto passo in avanti nella collaborazione tra lo stesso marchio e Big G, avviata nel 2017 con lo scopo di rendere sempre più connessi i modelli della propria gamma.

La stessa integrazione con il servizio del colosso statunitense servirà principalmente a semplificare la gestione delle funzioni di bordo, rendendo l’esperienza di guida più comoda e fluida attraverso l’accesso ad un elenco di comandi disponibili, che in futuro aumenteranno progressivamente.

LEGGI ANCHE >>> Volvo, non solo Auto: l’accessorio realizzato insieme ad un noto stilista

Volvo, come funzionerà l’integrazione con Google Assistant

Una volta operativa, l’integrazione permetterà di connettere i modelli della gamma Volvo ai dispositivi abilitati a Google Assistant. Pertanto, gli utenti potranno gestire le funzioni dell’Auto tramite semplici comandi vocali impartiti agli stessi dispositivi, domestici e mobili, che dispongono del servizio. Ad esempio, dialogando letteralmente con Google,  si potrà impostare una serie di funzionalità a distanza come il riscaldamento dell’abitacolo o il blocco delle portiere della vettura.

C’è poi la possibilità di aumentare la sicurezza nei casi riguardanti i comandi più delicati, come lo sblocco dell’Auto. In quest’ultimo caso, l’utente dovrà seguire un processo di autenticazione a due fattori, che garantisce l’accesso alle informazioni richieste soltanto alle persone autorizzate.

Nei prossimi mesi, la funzionalità sarà resa disponibile a tutti i clienti Volvo che dispongono di un sistema di infotainment basato su Android e collegato alla app Volvo Cars e ad un dispositivo che utilizza Google Assistant. Il servizio, precisa il marchio svedese, sarà disponibile soltanto nelle aree in cui Google Assistant è attivo.