Un’Ape Car diventa un bolide da corsa: la velocità è impressionante – Video

Un’Ape car diventa un mezzo da corsa: che spettacolo tra le curve, con velocità impressionante e derapate. Il video in azione

E’ un motocarro iconico la Ape car, il furgoncino della Piaggio progettato fin dal 1948 ed in produzione ancora oggi. Capace di adattarsi ad ogni tipo di situazione, il contesto rurale è di fatto il suo habitat, considerato come sia rapido nel trasporto.

Ape Car
Ape Car (Ansa)

L’azienda italiana, nell’immediato dopoguerra, decise di progettare questo motofurgone partendo dalla Vespa. Una ruota all’anteriore manovrata da un manubrio come quello sulle due ruote e due ruote al posteriore.

Se il primo modello aveva un rimorchio con tanto di gancio, nel corso degli anni si è decisamente evoluta la progettazione ed anche i modelli sono diventati decisamente più funzionali. L’Ape in vendita ai giorni nostri ha una cabina con un cassone.

L’ultima serie è entrata in produzione nel 2019 ed ha un motore 2 tempi da 50 cc e perfino i fari a LED, a dimostrazione anche di come i restyling nel corso degli anni abbiano reso moderno il motofurgone. Un’evoluzione anche per quanto riguarda i motori, con i vari aggiornamenti che hanno portato ad avere propulsori sempre più performanti.

Ape Car da corsa: lo spettacolo è unico

Tante le versioni differenti realizzate; se quella classica è formata da una cabina ed un cassone scoperto, è stato realizzato anche una versione con cassone chiuso, come un vero e proprio furgone, ed addirittura il modello poker, che ha abbandonato le tre ruote per passare a quattro.

Ape Car, però, non solo da “lavoro”. Vi sono anche versioni dove, al posto del cassone posteriore, sono stati ricavati post per passeggeri; è l’Ape car calessino, utilizzato in alcune zone anche come taxi, decisamente caratteristico e particolare.

E’ un motofurgone utilizzabile davvero per tutti gli usi l’Apecar, perfino come mezzo da corsa. E così, in un video pubblicato su YouTube, modelli opportunamente modificati si esaltano in una cronoscalata; tra derapate e via a tutto gas, compreso percorso ad ostacoli sulla strada, con curve strette ad esaltare lo stile di guida ma anche l’aderenza del mezzo.

L’Ape car è decisamente differente da come siamo abituati a vederlo; al posto del cassone, c’è il propulsore ed al posteriore ed in alcuni modelli è anche montato un grande alettone che incanala il flusso dell’aria, rendendolo davvero estremo. Anche le carrozzerie dei modelli sono state opportunamente modificate; si notano assetti ribassati, ed anche il sound del motore chiaramente modificato, che spinge questi Ape Car a tutta velocità, è davvero coinvolgente.

Impostazioni privacy