Dovizioso, un’altra delusione: “Non mi era mai successo”

Un errore costringe Andrea Dovizioso a ritornare ai box dopo un giro. Gara solitaria per il 36enne forlivese del team Yamaha RNF.

Un’altra gara da archiviare per Andrea Dovizioso a Termas de Rio Hondo. A Mandalika è stato costretto a rientrare ai box per un guasto tecnico, in Argentina ha commesso un errore che lo ha riportato ai box per poi rientrare in pista e svolgere una gara in solitaria.

Andrea Dovizioso 04-04-2022
Andrea Dovizioso (foto Ansa)

Cosa è successo al pilota forlivese del team Yamaha RNF? Problemi all’abbassatore anteriore, ma si tratta di un errore umano: ha scordato di sbloccare il dispositivo di avviamento anteriore dopo la partenza ed è dovuto rientrare ai box alla fine del primo giro. Ai soliti problemi di adattamento alla M1, che richiede uno stile di guida differente da quello che ha assimilato in otto stagioni con la Ducati Desmosedici GP.

Dovizioso cerca il riscatto ad Austin

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (foto WithU Yamaha MotoGP Team)

Per tutti i piloti della classe regina è stato un Gran Premio di Argentina insolito. Prima il ritardo dell’aereo cargo che ha costretto ad annullare le prove libere del venerdì. Poi il problema in gara che ha condizionato fortemente la gara di Andrea Dovizioso. “Sono davvero deluso, non mi era mai successo. Ho commesso un errore e ho dimenticato di sbloccare il dispositivo di avviamento anteriore”.

Il 36enne veterano della classe regina ha chiuso il dispositivo a chiave, ma non ha spostato la leva. “Nonostante fosse tutto bloccato non ci ho fatto caso, ma quando mi sono fermato in pit lane ho compreso che la colpa era mia. Mi dispiace tanto per la squadra, è qualcosa che non deve capitare, ma succede quando non sei rilassato. Non mi sento a mio agio, non sto guidando in modo fluido e non riesco a sfruttare al meglio il potenziale della moto“.

Ancora una volta Andrea Dovizioso si vede costretto a rimandare alla prossima gara la possibilità di svolta con la Yamaha M1. Una corsa contro il tempo da qui all’estate per arrivare ad una decisione chiara in merito al suo futuro: lasciare per sempre la MotoGP o proseguire con nuove ambizioni anche nel 2023. “Vuoi fare tutto al massimo fin dall’inizio e ho fatto questo errore. Quantomeno il mio ritmo alla fine era abbastanza buono, ma in ogni caso non posso essere contento di questo week-end. Spero che possiamo essere più vicini ad Austin“.

Impostazioni privacy