Superbike Estoril Gara 2, Rea vince una gara pazzesca su Bautista

Gara splendida e incertissima del mondiale Superbike all’Estoril su una pista estremamente insidiosa a causa di qualche macchia di umido e bagnato, vince Rea una delle gare più belle degli ultimi anni

Due vittorie in poche ore per Jonathan Rea che conquista il successo all’ultimo giro con due sorpassi e una difesa strenua della prima posizione al termine di una gara meravigliosa.

Superbike Estori Rea
Due vittorie nella sessione domenica dell’Estoril in Superbike per Jonathan Rea (Foto ANSA)

Secondo un comunque straordinario Bautista con la Ducati, sempre a podio all’Estoril. Terzo Razgatlioglu con la Yamaha davanti a Lowes, un sempre ottimo Locatelli, Lecuona e Bassani. Con Rinaldi nono Redding ancora in forte crisi con la BMW solo 11esimo.

Superbike Estoril, vince Rea

Anche Gara 2 propone lo stesso scenario visto in Gara 1 con Rea, Razgatlioglu e Bautista vicinissimi e coinvolti in una sfida del tutto isolata dal resto del gruppo distanziato di un paio di secondi dopo i primi giri e poi decisamente lontano nella fase finale.

Ordine d’arrivo e classifica generale

Pista difficile da interpretare: ne fa le spese Vinales protagonista di una bruttissima caduta, per fortuna senza gravi conseguenze.

É proprio la fase finale, esattamente com’era accaduto ieri, a fare la differenza. Sempre con la minaccia di pioggia, appesa sulla pista per tutta la durata della gara. Bautista si prende la responsabilità di fare la lepre con Rea che gli tiene testa e Razgatlioglu più lontano e apparentemente non nella condizione di andarsi a giocare la vittoria. Appassionante il duello all’ultimo giro tra Rea e Bautista con il nordirlandese che attacca due volte. La seconda è quella buona e la Kawasaki in qualche modo riesce a difendersi anche sul rettilineo per una questione di pochi centesimi. Gara assolutamente straordinaria.

Superbike Estoril Rea
Jonathan Rea e la Kawasaki, vittoria all’ultima curva anche in Portogallo (Foto ANSA)

Un fine settimana sostanzialmente positivo non solo per Bautista, che aveva vinto gara 1, ma soprattutto per Jonathan Rea, due vittorie e un terzo posto. Rea, dopo la beffa dell’erroraccio all’ultimo giro di ieri, ha conquistato anche una splendida Superpole Race al termine di un’altra gara appassionante che si chiude all’ultimo secondo.

Nordirlandese vincente, ma solo dopo che Razgatlioglu rischia quasi di cadere e tiene in piedi la sua Yamaha per miracolo con un ginocchio a terra e un piede per area consentendo il sorpasso di Rea. Terzo Bautista. Per Rea quinta vittoria stagionale e il testa a testa con Bautista per il vertice della classifica si fa davvero appassionante.