Hamilton, un’occasione mancata. Montoya è sicuro: “Poteva farlo”

Montoya ha espresso il suo punto di vista su un episodio che ha visto protagonista Hamilton nell’ultima gara a Barcellona.

Il Gran Premio della Spagna ha mostrato che la Mercedes ha fatto dei passi in avanti. George Russell e Lewis Hamilton, rispettivamente terzo e quinto al traguardo, hanno avuto un ottimo passo.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Foto LaPresse)

La corsa del sette volte campione del mondo di Formula 1 è stata condizionata da un contatto avuto inizialmente con la Haas di Kevin Magnussen. Ha perso posizioni e ha dovuto fare una grande rimonta. Senza un problema negli ultimi giri, sarebbe arrivato quarto davanti alla Ferrari di Carlos Sainz.

Il weekend di Barcellona potrebbe essere stato quello della svolta per la scuderia di Brackley, ma bisognerà vedere se nel prossimo a Monaco ci saranno conferme e poi come si evolverà la stagione. Ci sono tanti gran premi in calendario e tutto può succedere, non bisogna abbassare la guardia.

F1 GP Spagna, Hamilton voleva ritirarsi: la risposta di Montoya

Hamilton Lewis
Lewis Hamilton (Foto LaPresse)

La domenica di Hamilton in Catalogna è stata caratterizzata da un episodio molto discusso. Infatti, dopo il contatto con Magnussen ha dovuto fare una sosta e durante rientro al box ha chiesto al team di potersi ritirare al fine di risparmiare la power unit in vista dei prossimi GP.

Richiesta respinta, il pilota inglese ha dovuto tornare in gara e la scelta si è rivelata corretta. Pur dovendo ripartire dal fondo, è riuscito a conquistare un buon risultato. Non sono mancate delle critiche nei suoi confronti.

Juan Pablo Montoya in un’intervista concessa a Sky Sports F1 ha dichiarato di comprendere l’atteggiamento di Hamilton: “È stato colpito al via e ha fatto un giro con gomma a terra, devi fare un pit stop che richiede molto tempo e riiniziando ti ritroveresti a 60-70 secondi dal primo. Ti domandi se abbia senso proseguire. Posso capire Lewis, essendo abituato a vincere”.

Anche se capisce la richiesta avanzata dal sette volte iridato di F1, l’ex pilota ritiene che la Mercedes si sia comportata nella maniera corretta non assecondandola: “Il team ha fatto la scelta giusta dicendogli di non mollare. E lui non si è arreso, è stato bello da vedere”.

Montoya pensa anche che senza il guaio al via con Magnussen il driver inglese potesse aspirare a salire sul podio: “Probabilmente avrebbe potuto vincere la gara. Credo che si sia esaltato a metà gara, quando è giunto in top 10 e ha visto il ritmo che aveva”.

Vedremo se anche a Monaco i piloti Mercedes avranno il passo per giocarsi le prime posizioni. Toto Wolff crede ancora nel titolo mondiale e sarebbe importante vincere nel Principato.