LIVE F1 GP Canada, Gara in Diretta: Verstappen trionfa su Sainz. Leclerc che rimonta

F1 GP Canada, in tempo reale il Gran Premio con cronaca ed aggiornamenti dal circuito di Montreal

Max Verstappen Red Bull F1 GP Canada
Verstappen (Foto: LaPresse)

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA

Una grande prova per Verstappen che si difende alla grande dagli attacchi di Sainz negli ultimi giri. Gara egregia per Hamilton che conquista il suo secondo podio stagionale, davanti a Russell, ancora una volta tra i primi cinque. Straordinario Leclerc che recupera dalla 19ma posizione fino alla sesta. Bene anche le Alfa Romeo, entrambe a punti.

GIRO 70: VERSTAPPEN VINCE IL GP DEL CANADA! Egregio Sainz che chiude al secondo posto dopo averci provato nei giri finali, sul podio anche uno straordinario Hamilton. Quarto Russell davanti a Leclerc, poi Ocon ed Alonso. Chiudono la top ten Bottas, Zhou e Stroll.

GIRI 67-68-69: Sainz è più vicino a Verstappen in questo momento ma ancora la distanza per il sorpasso non è quella giusta.

GIRI 65-66: Girano in fotocopia Verstappen e Sainz ed il ferrarista non riesce ad avvicinarsi al punto da poterlo sorpassare.

GIRI 63-64: Leclerc guadagna su Russell, Sainz conquista il giro veloce ed è sempre molto vicino a Verstappen senza, però, riuscire a sferrare l’attacco.

GIRI 61-62: Sainz è molto vicino a Verstappen ma non riesce a sferrare l’attacco all’olandese. Hamilton terzo ad oltre un secondo.

GIRO 60: Sorpasso di Leclerc ad Ocon ma il monegasco va lungo e restituisce la posizione. Al tornantino, però, ci riprova e conquista la quinta piazza.

GIRO 59: Leclerc sorpassa Alonso e conquista la sesta posizione. Sainz negli scarichi di Verstappen.

GIRO 58: Sainz scatenato, giri veloci in serie e Drs aperto per sferrare l’attacco.

GIRI 56-57: Sainz a 7 decimi da Verstappen, lo spagnolo all’attacco.

GIRO 55: Gara ripartita. Sainz è vicino a Verstappen, Leclerc ad Alonso.

GIRO 54: La safety car rientra, la gara può ripartire.

GIRO 53: Arriva l’ordine per i doppiati di sdoppiarsi. La gara potrebbe ripartire a breve.

GIRI 51-52: Gara ancora neutralizzata. Verstappen in testa davanti a Sainz, poi Hamilton che ha il giro veloce. Russel in quarta posizione, poi Ocon, Alonso e Leclerc.

GIRO 50: SAFETY CAR IN PISTA! Incidente per Tsunoda che finisce a muro. Sainz ai box con gomma bianca. Lo spagnolo rientra alle spalle di Verstappen. Pit stop anche per le Alpine e per Bottas; Leclerc sale in settima posizione.

GIRO 49: Leclerc guadagna ancora una posizione: è ottavo dopo il pit stop per Stroll. Hamilton, intanto, sta disputando una gara super, ancora giro veloce.

GIRO 48: Giro veloce per Hamilton. Leclerc, intanto, supera Zhou e sale in nona posizione.

GIRI 46-47: Ai box anche Russell, dunque posizioni invariate in casa Mercedes. Leclerc è già salito in decima posizione.

GIRO 45: Ai box Hamilton, Verstappen è ora secondo.

GIRO 44: Ai box Verstappen che rientra in terza posizione, alle spalle di Hamilton.

GIRO 43: Pit stop lungo per Leclerc ed errore di strategia che portano il monegasco in 12ma posizione, alle spalle di Stroll, Zhou, Tsunoda e Ricciardo.

GIRO 42: Sainz scatenato: lo spagnolo della Ferrari è a poco più di 5 secondi da Verstappen. Ai box Leclerc.

GIRI 40-41: Sainz guadagna mezzo secondo su Verstappen: sono ora poco più di 6 i secondi di distacco.

GIRI 38-39: Leclerc è sempre vicino ad Ocon ma il sorpasso proprio non arriva. Sainz è sotto i 7 secondi da Verstappen.

GIRI 36-37: E’ in difficoltà Leclerc, alle spalle di Ocon. Sainz guadagna ancora su Verstappen e sono 7 ora i secondi di distacco.

GIRO 35: Sainz è a poco più di 7 secondi da Verstappen.

GIRO 34: Verstappen denuncia problemi di grip. Posizioni invariate per le due Ferrari.

GIRI 32-33: E’ vicino Leclerc ad Ocon ma ancora non riesce con il sorpasso. Sainz guadagna ancora su Verstappen.

GIRI 30-31: Sainz ha ora otto secondi da Verstappen e sta guadagnando su Verstappen. Leclerc è sempre negli scarichi di Ocon.

GIRO 29: Ai box Alonso che rientra in pista in settima posizione, alle spalle di Leclerc ora sesto. Il monegasco, però, inizia ad avere problemi di trazione.

GIRO 28: Leclerc è negli scarichi di Ocon ma non riesce a sorpassarlo.

GIRI 26-27: Giro veloce di Sainz che prova a recuperare da Verstappen.

GIRI 24-25: Sainz va all’assalto di Verstappen.

GIRO 23: Anche Hamilton sorpassa Alonso ed è terzo.

GIRO 22: Sainz supera Alonso e sale in seconda posizione. Sono 9 i secondi da Verstappen.

GIRO 21: Sainz, sfortunato, rientra in pista in terza posizione tallonato da Hamilton. Verstappen, fortunato, è nuovamente leader. Leclerc, intanto, è già settimo.

GIRO 20: Altra virtual safety car in pista per il problema al motore a Mick Schumacher. Ai box Russell che esce alle spalle di Hamilton. Ai box Sainz ma la virtual safety car finisce.

GIRI 18-19: Leclerc continua con la sua rimonta.

GIRI 16-17: Verstappen sta guadagnando su Sainz. Leclerc supera Albon e conquista l’11ma posizione alle spalle di Bottas.

GIRO 15: Verstappen supera Alonso ed è secondo. Leclerc, 12mo, è negli scarichi di Bottas.

GIRI 13-14: Leclerc sale ancora e, dopo il sorpasso a Norris, è ora 12mo. Verstappen, terzo, si sta avvicinando ad Alonso.

GIRO 12: Hard anche per Hamilton che conquista la quinta posizione dopo il sorpasso su Ocon. Leclerc è 13mo.

GIRI 10-11: Via la virtual safety car. Sainz ha circa 7 secondi di vantaggio su Verstappen che ha montato le hard.

GIRI 7-8-9: Problemi per Perez, costretto a fermarsi per il motore ko. Virtual safety car in pista. Ai box Verstappen ed Hamilton, Sainz in testa al Gran Premio.

GIRO 6: Leclerc continua a conquistare posizioni: è ora 15mo. Ancora miglior tempo per Sainz.

GIRI 4-5: Giro veloce per Sainz ma lo spagnolo ha oltre due secondi da Verstappen, con Alonso negli specchietti.

GIRO 3: Ferrari all’attacco. Sainz supera Alonso e conquista la seconda posizione, Leclerc sorpassa Stroll e centra la 16ma piazza.

GIRO 2: Verstappen ha già oltre un secondo di vantaggio su Alonso; Sainz vicinissimo ad Alonso, Leclerc 17mo.

GIRO 1: Parte bene Verstappen che conserva la prima posizione davanti ad Alonso, Sainz ed Hamilton. Leclerc ha guadagnato una posizione, è 18mo.

20.00: E’ iniziato il giro di formazione.

19.59: Charles Leclerc ha optato per le gomme hard, con un primo stint decisamente più lungo rispetto agli avversari. I piloti di testa hanno tutti le gomme medie.

19.55: Mancano 5′ all’inizio del Gran Premio.

19.50: Mancano 10′ all’inizio del Gran Premio. Dopo la pioggia di ieri che ha condizionato le Qualifiche, la gara sarà all’asciutto, con il sole nel cielo canadese.

GP Canada, la presentazione

Il circus della Formula 1 torna in Canada dopo due anni di assenza causa Covid; è la seconda gara di un back-to-back che ha messo a dura prova tutti, con gli oltre novemila km per volare da Baku e l’Azerbaigian fino a Montreal.

Un circuito dov’è facile sorpassare quello canadese – anche se nelle simulazioni durante le prove libere si è visto il contrario – ed un Gran Premio con l’incognita meteo dopo le Qualifiche disputate sul bagnato.

Sarà certamente un Gp in salita per Charles Leclerc, chiamato ad una super rimonta dall’ultima posizione dopo il cambio del propulsore che gli è costato la penalità. In pole Verstappen, naturalmente, ma la prima fila sarà completata da Alonso, con Sainz in terza posizione. Ottimo quarto posto, invece, per la Mercedes di Hamilton.

GP Canada, la gara del 2019

Nell’ultima gara disputata su questo circuito, nel 2019, fu Lewis Hamilton a trionfare davanti ai due ferraristi Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Non mancarono, però, le polemiche.

A tagliare il traguardo per primo, infatti, fu il tedesco della Ferrari che, poi, subì una penalizzazione di cinque secondi per aver ostacolato Hamilton al rientro dopo un fuoripista. Una decisione che non fu accettata dalla Rossa e dallo stesso pilota, ripreso nel siparietto a fine gara impegnato a spostare il numero uno del vincitore davanti alla sua monoposto.

Quarto posto per l’altra Mercedes, quella di Valtteri Bottas, davanti alla Red Bull di Verstappen ed alle Renault di Ricciardo ed Hulkenberg. Gasly (Red Bull), Stroll (Racing point) e Kvyat (Toro Rosso) chiusero la top ten.