Mercedes, c’è una priorità assoluta: l’obiettivo è ambizioso

In casa Mercedes c’è una priorità assoluta: nella scuderia tedesca c’è un obiettivo molto ambizioso

Una Mercedes che nella seconda parte della stagione è pronta ad essere più competitiva che mai, come peraltro mai accaduto soprattutto nella prima parte di stagione. I problemi di porpoising e bouncing che hanno penalizzato la W13 nella prima parte di stagione sembrano essere risolti, con gli aggiornamenti portati a Barcellona che hanno dato un nuovo impulso alla monoposto.

Mercedes
Mercedes (Ansa)

E gli effetti si sono visti subito, con un luglio davvero scintillante da parte della scuderia di Stoccarda, peraltro con entrambe le monoposto a podio nelle ultime due gare, sia in Francia che in Ungheria.

E proprio a Budapest ha impressionato il passo gara della monoposto, molto competitiva sia con la mescola più morbida che con quella più dura, fino a lasciare l’amaro in bocca per il secondo posto di Hamilton. “In Q3 sull’unica gomma nuova abbiamo avuto un problema al DRS ed è il grande rammarico” le parole del direttore dell’ingegneria Mercedes in pista, Andrew Shovlin. “Saremmo stati in una posizione buona per controllare la gara con entrambe le monoposto in prima fila sulla griglia” ha poi aggiunto nelle dichiarazioni riportate da Motorsport.

Mercedes, Shovlin ha individuato i punti “deboli” della W13

Mercedes
Mercedes (Ansa)

Shovlin ha poi voluto approfondire anche la questione relativa al miglioramento della W13, con l’ingegnere che ha individuato il principale punto debole della monoposto tedesca. “La vettura deve essere più veloce in generale – ha ammesso – e dobbiamo essere sicuri di sistemare in qualifica il DRS” ha concluso.

Tre le settimane di pausa prima del ritorno in pista domenica 28 agosto con la gara belga di Spa. Possibile che a Brackley si lavori alecremente per rendere sempre più forte la Mercedes e permettere ad Hamilton di centrare l’ormai unico obiettivo stagionale di vincere almeno una gara.

Il sette volte campione del mondo, messa subito nel cassetto l’idea di vincere l’ottavo titolo, vuole salire almeno in un’occasione sul gradino più alto del podio per proseguire con la statistica che l’ha sempre visto trionfare in almeno un’occasione dal suo arrivo in Formula 1.

Nella classifica generale, invece, Lewis è sesto con 146 punti, 10 in meno di Sainz quinto e 12 dal suo compagno di team George Russell, autore di un ottimo mondiale fin qui, al suo primo anno in Mercedes. lontanissimo, invece, Verstappen leader del mondiale con 258 punti.