Bollo Auto, si può risparmiare davvero: cosa fare per non pagarlo

Bollo Auto, sono previste esenzioni o esoneri per non pagare la tassa. 

Come sappiamo, il pagamento del bollo Auto rappresenta un adempimento obbligatorio per gran parte degli automobilisti italiani, costretti ogni anno ad onorare la cosiddetta tassa sul possesso del veicolo.

bollo auto
Bollo Auto, non tutti devono pagarlo: l’elenco completo di chi ne è esente (Ansa)

Il pagamento del bollo Auto deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza della tassa ​precedente. Chi paga in ritardo rispetto alla scadenza avrà una sanzione ulteriore di importo variabile rispetto al ritardo accumulato nel pagamento stesso. Di fatto se si arriva a mesi o addirittura agli anni di ritardo la sanzione cresce con il rischio anche di provvedimenti ulteriori.

Bollo Auto, esenzioni e sconti

Ci sono tuttavia dei casi in cui il pagamento del bollo Auto può essere evitato. E’ il caso ad esempio dei possessori di Auto ibride o elettriche a basse emissioni che possono essere esentati dal pagamento dell’imposta in base a quanto previsto dalla Regione di appartenenza. L’esenzione può avere una durata temporale (3-5 anni) oppure essere estesa per l’intera esistenza della vettura come accade ad esempio in Lombardia e Piemonte.

Possono essere esentati dal pagamento del Bollo Auto anche le persone affette da handicap accertato che rientrano nei benefici della Legge 104. In questo caso l’agevolazione può estendersi anche a genitori, coniugi, parenti o affini solo se la persona affetta da handicap è a loro carico e dispone di un reddito inferiore ai 3mila euro. L’esenzione dal bollo, inoltre, in questi casi, è vincolata anche alla tipologia di automobile posseduta che non deve avere una cilindrata superiore ai 2mila centimetri cubici a benzina o 2800 per i motori diesel.

Posto blocco
(Ansa)

Per i possessori di Auto con immatricolazione ultratrentennale, l’esenzione è automatica anche se va ricordato che vetture con un’età simile che circolano su strade pubbliche devono versare una tassa di circolazione forfettaria. Per le Auto di interesse storico e collezionistico con un’età compresa tra i 20 e 29 anni la tassa è ridotta del 50%. Requisito essenziale in questo caso il possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica rilasciato da ASI.

Lo sconto per tutti

C’è infine la possibilità di un risparmio fino al 20% del bollo dell’auto c’è per tutti coloro i quali vivono in quelle regioni che consentono il pagamento con domiciliazione sul conto corrente postale oppure bancario. Quindi per tutti gli italiani che decidono di passare al pagamento con domiciliazione ci sarà un doppio vantaggio. Innanzitutto avranno lo sconto del 15% del 20% sul bollo ma poi eviteranno anche di dimenticare il pagamento di questa tassa.