Assicurazione Auto, le alternative che in molti ignorano: il risparmio è garantito

L’Assicurazione è senz’altro una delle spese più care che riguarda un’Auto, ma fortunatamente esistono diverse soluzioni per risparmiare.

Assicurazione Auto
(Ansa Foto)

Pagare l’Assicurazione non è certo piacevole ma d’altronde è necessario se si vuole utilizzare l’Auto. Il suo costo, infatti, può raggiungere cifre elevate, a seconda delle coperture inserite nella polizza. Tuttavia, è altrettanto vero che ad oggi esistono diverse soluzioni che consentono di risparmiare cifre notevoli.

In particolare, si può decidere di evitare opzioni quali carroattrezzi e furto ad esempio, ma anche valutare bene a quale compagnia affidarsi grazie ai diversi comparatori di prezzi che abbiamo a disposizione sul web. In più, in base alle nostre esigenze, è prevista altresì la possibilità di stipulare una polizza che copra soltanto determinati periodi dell’anno. E dopo l’estate, potrebbe fare al caso vostro.

Assicurazione, paghi solo quando usi l’Auto

Magari arrivate da un’estate in cui avete utilizzato soltanto lo scooter e la moto e avete lasciato la macchina parcheggiata in garage per l’intera stagione. Però, con l’arrivo del freddo e della pioggia, avete la necessità di riutilizzare l’Auto.

Ebbene, in queste circostanze potrebbe risultare particolarmente utile stipulare un’assicurazione temporanea che, di fatto, ha la stessa funzione della normale RC Auto ma che, allo stesso tempo, consente di risparmiare un bel gruzzolo di denaro.

Infatti, questo tipo di polizza permette di pagare soltanto per il periodo in cui avete l’intenzione di guidare il vostro veicolo, qualsiasi esso sia.

Stesso discorso anche per la moto che quindi potrete comodamente lasciare in garage d’inverno senza doverne pagare la polizza assicurativa.

Auto Traffico
(Ansa Foto)

Inoltre, esiste anche la possibilità di stipulare una copertura giornaliera o mensile che potrebbe essere utile quando avete la necessità di spostarvi con un veicolo che di solito non utilizzate mai. In questi casi, si può essere assicurati soltanto per quel giorno o mese in cui avete intenzione di guidarlo.

Tuttavia, quella giornaliera non è così vantaggiosa in termini di spesa, poiché le compagnie ne calcolano il costo partendo dal prezzo annuale che viene diviso per i giorni dell’anno. Al risultato ottenuto viene poi applicata una maggiorazione del 15% dello stesso prezzo annuale. Il mensile, quindi, potrebbe risultare più economico in rapporto. Previste anche polizze temporanee su base trimestrale e semestrale.

C’è poi la terza alternativa della sospensione della polizza, molto simile all’assicurazione temporanea ma diversa poiché essa prevede un minimo di 2 mesi e un massimo di 6 entro il quale potrete sospendere la copertura. Perciò, se sapete che d’estate non la guiderete, c’è la possibilità di “stoppare” l’assicurazione per l’Auto e quindi di riattivarla per l’inverno.

Esiste poi la possibilità di pagare l’assicurazione soltanto in base ai chilometri che percorriamo. In tal caso, sappiate soltanto che la compagnia vi doterà di una scatola nera per rilevare il numero effettivo di chilometri percorsi ma pur costituendo un limite può essere la soluzione più adatta in determinate circostanze.

Assicurazione temporanea: rischi e consigli

Ricordiamo, però, che se decidete di non utilizzare un veicolo, esso dovrà necessariamente trovarsi in un luogo che non sia un parcheggio o una strada ad accesso pubblico.

Infatti, trovandosi in una zona trafficata esso può essere soggetto ad incidenti e, pertanto, in questi casi l’assicurazione diventa d’obbligo.

Inoltre, quando si parla di RC Auto, il rischio truffa è sempre dietro l’angolo, specialmente sul web, dove vi potreste imbattere in annunci vantaggiosi. Ma è proprio questo uno dei campanelli di allarme che vi dovrebbe far desistere dal cliccarci: il prezzo di una polizza deve sempre sembrare verosimile.

Assicurazione Auto
(Ansa Foto)

Perciò, il consiglio è sempre quello di affidarsi a compagnie note e prestigiose e non affidarvi a presunte tali. Oppure, prima di stipulare una polizza, può essere utile consultare il sito dell’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Qui, si possono trovare i dati di tutti gli operatori autorizzati a fornire una copertura assicurativa per avere un riscontro certo.

Il rischio, in caso di truffa, è quello di pagare per una polizza inesistente e di ritrovarsi a sborsare di tasca propria in caso di incidente.