La Red Bull ci pensa davvero: Horner dà un avvertimento alla Ferrari

La Red Bull sta dominando ma non vuole fermarsi: la scuderia di pensa davvero e Horner dà un avvertimento alla Ferrari

Dodici vittorie di squadra, undici soltanto con Max Verstappen. La Red Bull è l’assoluta dominatrice del mondiale di F1.

Christian Horner
Christian Horner © LaPresse

Di dubbi su come andrà a finire la battaglia iridata ce ne sono davvero pochi: la scuderia austriaca ha in pugno i due titoli e ormai si aspetta soltanto di sapere quando arriverà la matematica.

Singapore potrebbe essere già l’occasione giusta per Verstappen, ma intanto in casa Red Bull non hanno alcuna intenzione di dormire sugli allori. Christian Horner lo dice in maniera abbastanza chiara: il messaggio che arriva ai rivali è ambizioso. Con l’olandese che ha già conquistato undici successi in stagione e con altre sei gare in programma, il record di Schumacher e Vettel di vittorie stagionali potrebbe essere battuto. Il team principal ne parla e risponde anche a chi chiede se sarà possibile per la scuderia austriaca vincere tutte le restanti gare.

Red Bull, Horner punta al dominio assoluto

Horner
Horner © LaPresse

Horner sull’argomento risponde così: “E’ una domanda difficile considerata la grande diversità dei circuiti che ci aspettano. Ad esempio Singapore, rispetto a Monza, è il tracciato del calendario che presenta più curve. E’ una pista accidentata, un circuito stradale: si tratta di una sfida molto diversa“.

Una sfida però che la Red Bull non nasconde di voler vincere. Del resto è questo l’obiettivo per tutte le gare che mancano alla conclusione del Mondiale di F1. “In campionato siamo in una posizione ottima, ma questo non significa che non cercheremo di attaccare in ogni gare e di fare del nostro meglio“.

Horner analizza le prestazioni della monoposto e ne trae buoni auspici per il finale di stagione: “Siamo stati veloci a Spa, Zandvoort, Monza e Budapest, tutti circuiti molti diversi tra loro: la vettura si è sempre comportata bene“. L’auspicio Red Bull è che possa continuare su questa strada che a Singapore che “dovrebbe essere una delle gare più difficili“. Horner vuole vincere anche quella: l’avvertimento alla Ferrari e alle altre rivali è lanciato.