Covid-19, Lamborghini sfreccia a folle velocità per ritirare il test

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:54
89

Covid-19, Lamborghini sfreccia a folle velocità per ritirare il test. L’incredibile fatto è avvenuto sulla M4 Western Motorway, vicino Sydney

Lamborghini sfreccia per ritirare il test
Covid-19, Lamborghini sfreccia a folle velocità per ritirare il test (Foto: Getty)

Un automobilista australiano alla guida di una Lamborghini è stato fermato per eccesso di velocità mentre sfrecciava ad oltre 160 km/h verso una clinica medica per ritirare il risultato di un test per Covid-19.

L’uomo di 35 anni è stato fermato dalla polizia sull’autostrada M4 a Lidcombe, a ovest di Sydney. Su quel tratto il limite di velocità è di 90 km/h, praticamente doppiato dall’improvvisato pilota.

Una volta interrogato dalle forze dell’ordine australiane, si è giustificato dicendo che stava correndo il più in fretta possibile verso il Westmead Hospital per ritirare il test per il coronavirus.

All’automobilista è stato consegnato un avviso di violazione del traffico e la sua patente è stata sospesa. E’ stato accompagnato in ospedale e a quanto risulta adesso è in auto isolamento. L’esito del test non è noto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Schwarznegger viola la quarantena: giro in moto a Malibu

Covid-19, Lamborghini sfreccia a folle velocità per ritirare il test

Lamborghini sfreccia a folle velocità
Covid-19, Lamborghini sfreccia a folle velocità per ritirare il test (Foto: Getty)

L’assistente commissario Michael Corboy, comandante del traffico e comando delle pattuglie autostradali della zona, ha dichiarato: “I conducenti non devono infrangere il codice della strada in nessun caso.

“La velocità mette in pericolo la vita degli automobilisti e dei pedoni.

“Se ritieni di avere sintomi da Covid-19 e desideri chiedere aiuto a un medico o un ospedale, chiama in anticipo per prenotare un appuntamento o visitare una clinica di valutazione per coronavirus del NSW Health“, sottolinea il commissario.

In Australia al momento ci sono 5.454 casi con un totale di 28 decessi. Tuttavia il picco è atteso fra almeno un mese, con i numeri che potrebbero aumentare sensibilmente nei prossimi giorni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, sesso in auto: coppia denunciata e multa salatissima