F1, Ricciardo vuole il GP al Mugello: un ex pilota contrario

In attesa del calendario definitivo di F1, il Mugello si candida ad ospitare un GP: Ricciardo sembra favorevole, ma un ex pilota rimane scettico.

F1
F1, Ricciardo vuole il GP al Mugello: un ex pilota contrario (Foto: Getty Images)

Il calendario definitivo di F1 è in dirittura d’arrivo, al momento, infatti, ci sono ancora alcune tappe da definire, soprattutto dopo la cancellazione delle gare di Azerbaigian, Giappone e Singapore. Proprio per questo motivo, Liberty Media e Fia starebbero lavorando per trovare nuove soluzioni, magari da far disputare in Europa, affinché si possa tenere un numero sufficiente di GP per svolgere un campionato regolare.

Tra le opzioni possibili, ci sarebbe quella di correre sul circuito del Mugello, che alcuni ritengono sia un ottimo tracciato sulla quale gareggiare con le monoposto di Formula 1. A tal proposito, Daniel Ricciardo sembrerebbe entusiasta di poter sfrecciare con la sua Renault sulla pista toscana.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> F1, cancellati altri tre GP: saltano Singapore, Baku e Giappone

F1, Daniel Ricciardo risponde al sondaggio Twitter

Daniel Ricciardo F1
F1, Ricciardo vuole il GP al Mugello: un ex pilota contrario (Foto: Getty Images)

Il profilo ufficiale di Twitter della Formula 1 ha lanciato un sondaggio per i propri followers, chiedendogli di scegliere un tracciato per un eventuale GP, tra Imola, Algarve e Mugello. A rispondere è stato proprio il pilota australiano Ricciardo fra i tanti che vi hanno partecipato, commentando con un secco ma eloquente “Mugello sempre!“.

Tuttavia, c’è anche chi ritiene non sia la miglior soluzione. Si tratta di Mark Webber, che ha dichiarato “Al Mugello, i piloti rischiano di spezzarsi il collo – spiega – Il circuito è troppo veloce per il caldo che probabilmente ci sarà“. Infatti, già nel 2012, l’ex pilota di F1 aveva affermato che 10 giri al Mugello corrispondevano a ben 1000 ad Abu Dhabi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Bottas può battere Hamilton e vincere il Mondiale”, l’ex campione di F1 ne è certo