“Ferrari, perché hai scartato Ricciardo”, l’ex pilota perplesso sul dopo Vettel

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:47

Ferrari, un ex pilota si è detto perplesso per la scelta del Cavallino di ingaggiare Carlos Sainz e non Daniel Ricciardo per la prossima stagione

Ferrari, l'ex pilota perplesso: "Non capisco perché hanno scartato Ricciardo"
Ferrari, l’ex pilota perplesso: “Non capisco perché hanno scartato Ricciardo”

A trent’anni Daniel Ricciardo è entrato in una strana fase di maturità. Ha dimostrato di essere veloce, ha vinto sette gare, ma dopo l’esperienza in Red Bull ha galleggiato senza dare una vera svolta al progetto Renault. Il salto di qualità non è arrivato, ed è naufragata anche l’ipotesi di un passaggio in Ferrari che gli avrebbe permesso una chance effettiva di lottare per il Mondiale. Invece, resterà nel gruppo degli inseguitori in McLaren vista la promozione a Maranello di Carlos Sainz. Una scelta che non convince Mark Webber, ex compagno di squadra di Sebastian Vettel nelle sue stagioni iridate in Red Bull.

E’ la seconda volta che la Ferrari avrebbe potuto prendere Ricciardo” ha detto a F1 Nation, “ma per la seconda volta non se n’è fatto nulla. Qualcosa evidentemente non ha funzionato. Tante cose sembravano giocare a favore di Daniel, che va anche molto d’accordo con Charles Leclerc. Probabilmente, il team deve averli considerati troppo simili.

Leggi anche – F1, Ricciardo saluta la Renault e promette “Voglio vincere il più possibile”

Ricciardo in McLaren, Webber fiducioso

Ricciardo in McLaren, Webber fiducioso
Ricciardo in McLaren, Webber fiducioso

La Ferrari, invece, già a dicembre aveva deciso di optare chiaramente per Carlos Sainz, come ha dichiarato lo stesso spagnolo dopo l’annuncio del contratto che lo porterà al volante della “Rossa” dalla prossima stagione.

Webber comunque si è detto fiducioso delle possibilità di Ricciardo di farsi valere in McLaren, considerata la principale rivale della Racing Point come quarta forza del Mondiale. C’è un fattore in più, ha aggiunto Webber, che può aiutare un pilota veloce come l’australiano. La McLaren infatti monterà motori Mercedes, e questo potrebbe rimettere questa scuderia dal blasone prestigioso in condizione di tornare al vertice. “I nuovi regolamenti” ha concluso, “sono una buona occasione. E la McLaren può solo migliorare“.

Leggi anche – F1, Ricciardo vuole il GP al Mugello: un ex pilota contrario