Tesla, batteria da un milione di miglia: Musk rivela presentazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:58

Il 22 settembre prossimo la Tesla di Elon Musk presenterà una batteria dalla super autonomia, stimata in un milione di miglia.

Elon Musk
Elon Musk (Getty Images)

Una batteria dall’autonomia di un milione di miglia, che corrisponde a 1.609.344 chilometri. Numeri che sembrerebbero parlare di fantascienza, salvo poi apprendere chi le ha pronunciate: Elon Musk, patron di Tesla. Per il noto imprenditore l’impossibile è solo uno stato mentale, una barriera che facilmente può abbattersi.

Lo ha rappresentato anche ai suoi azionisti, invitandoli finalmente al tanto anelato Battery Day che si terrà il 22 settembre prossimo alle 14:30 in California, precisamente nella roccaforte di Fremont. Nel corso dell’evento verranno presentate non soltanto la batteria da 100 dollari a kWh, ma anche la superbatteria, appunto, da un milione di miglia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lucid Air, in arrivo l’auto elettrica anti Tesla: autonomia da record

Battery Day Tesla, il 22 settembre presentata la batteria da un milione di miglia

L’annuncio è ufficiale, il prossimo 22 settembre le porte dello stabilimento Tesla di Fremont si apriranno non solo agli azionisti, ma al mondo intero per presentare i nuovi prodotti della regina dell’elettrico. Un annuncio, quello sulla data del cosiddetto Battery Day tanto atteso poiché numerose volte rinviato causa Covid-19.

In quell’occasione, il patron Elon Musk potrebbe finalmente sollevare il velo posto sulla batteria più performante del pianeta, dall’autonomia di un milione di miglia. Utopia? Assolutamente no. Si tratterebbe del frutto di un lavoro complesso ed avanguardistico che ha visto, al contempo, la realizzazione di batterie con anodi senza litio.

La casa automobilistica statunitense potrebbe, pertanto, lanciare sul mercato un prodotto talmente innovativo che la concorrenza dovrà lavorarci su un bel po’ di anni, prima di potersi quantomeno accostare alla Tesla.  Un annuncio, quello della caso di Palo Alto, che potrebbe far rischizzare in vetta le sue azioni leggermente in discesa, soprattutto in Europa dove la Zoe della Renault ha superato, in termini di vendite, la Model 3.

In ogni caso, l’anno in corso continua ad essere molto proficuo per Tesla. Nonostante il lockdown e la perdurante batteria, l’azienda di Musk continua a registrare incassi record. Nel mese di luglio si è imposta come la casa automobilistica di maggior valore: a parlare le sue quotazioni in borsa.

Gli assi nella manica di Tesla non si esauriscono, però, “solo” nella batteria con un’autonomia da un milione di miglia. Se tutto andrà secondo i piani dell’imprenditore sudafricano alla fine del 2020 dovrebbe essere lanciata sul mercato la prima auto al mondo con guida totalmente autonoma. Nessun ruolo spetterebbe più, quindi, all’uomo: sarà tutto demandato alla macchina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tesla Cybertruck, perché il pickup di Musk può essere un flop