Toto Wolff e il futuro in Mercedes: possibile un nuovo ruolo

Toto Wolff non ha intenzione di lasciare la Mercedes, però non è detto che la sua posizione nella scuderia rimanga la stessa in futuro.

Toto Wolff Mercedes F1
Toto Wolff (Getty Images)

In casa Mercedes ci sono due importanti rinnovi di contratto ancora da effettuare. Uno è quello di Lewis Hamilton e l’altro riguarda Toto Wolff.

Questo breve periodo di pausa del campionato di Formula 1 potrebbe essere utile proprio per accelerare le trattative. In particolare quella inerente il sei volte campione del mondo, che la scuderia di Brackley vuole assolutamente tenere. Va detto che, al netto di alcuni rumors di mercato, non c’è altra soluzione per l’inglese e il prolungamento con Mercedes è la scelta naturale.

LEGGI ANCHE -> Lewis Hamilton chiarisce lo sfogo dopo il GP Russia, il post sui social

Toto Wolff, quale futuro in Mercedes?

Formula 1, Patto della Concordia: cosa è e cosa prevede accordo tra i team
Toto Wolff (Getty images)

Anche Wolff è stato al centro di alcune indiscrezioni sul suo futuro. C’è chi lo vedeva in Ferrari e chi in Aston Martin, però lui stesso ha ribadito di essere un uomo Mercedes (anche azionista della scuderia) e che non cambierà marchio.

L’attuale Mercedes F1 chief in un’intervista concessa a Sky Sports  ha così parlato del suo futuro: «Potrei cambiare un po’ ruolo. Nel nostro team guardiamo avanti. Analizziamo i senior leader e il potenziale dei giovani. Non vogliamo avere una struttura a collo di bottiglia che blocca i giovani talenti. Con largo anticipo stiamo già esaminando ogni posizione. Non significa che lascerò la carica di capo squadra, ma guardo avanti. Sono un azionista e comproprietario della scuderia, quindi resto fedele».

Wolff ha parlato anche di Hamilton, pilota con il quale ha un ottimo rapporto: «Abbiamo un legame molto forte e speciale che è cresciuto negli anni. Abbiamo avuto dei momenti difficili, non condividendo opinioni, ma in qualche modo siamo stati in grado di superare i problemi e crescere insieme più forti. Abbiamo compreso che quando arriva il momento critico ci fidiamo l’uno dell’altro. Amo lavorare con lui e penso che gli piaccia lavorare con me».

In Mercedes hanno creato un ambiente ideale per vincere. I risultati parlano chiaro. Il progetto è vincente da tanti anni ed è difficile immaginare che il dominio in Formula 1 possa essere interrotto a breve. Red Bull, Ferrari e le altre scuderie dovranno lavorare tanto per strappare alle Frecce d’Argento il titolo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Hamilton e Leclerc tra gli atleti più “commerciabili”: la classifica Sportspro