F1 GP Nurburgring, Pagelle Qualifiche: Bottas e Leclerc ridimensionano Hamilton

Anche nelle qualifiche del GP Nurburgring, la Mercedes punta a vincere tutto: mondiale piloti e mondiale costruttori sono ormai praticamente da dare per scontati ma anche un en-plein per quanto riguarda le pole position.

GP Eifel Bottas
Il finlandese Valtteri Bottas firma al Nurburgring la sua 14esima pole in carriera (Getty Images)

La scuderia tedesca questa volta ha rischiato, con un Verstappen che ha rimescolato le carte, salvandosi grazie a Valtteri Bottas che ha oscurato persino sua maestà Lewis Hamilton.

Valtteri Bottas – Con Lewis Hamilton meno preciso e chirurgico del solito è Valtteri Bottas a diventare l’uomo della provvidenza per la Mercedes che centra comunque l’ennesima doppietta e una prima fila al gran completo. Il finlandese guida con molta maggiore fluidità rispetto al campione del mondo e si dimostra a suo agio su una pista che non ammette errori. Voto 8, autorevole.

Charles Leclerc – Finalmente si vede la Ferrari alzare la testa. Accade per ben due volte, sia durante le prove libere che, soprattutto, nelle qualifiche dove Charles Leclerc riesce nella non facile impresa di lasciarsi alle spalle le Renault e andare a insidiare il podio. Uno degli highlight di questa stagione. Voto 8, il migliore.

Lewis Hamilton – Sembra non spingere (o non voler spingere) come al suo solito. Dà sempre impressione di essere un po’ in difficoltà con piccoli errori e sbavature che non sono certo parte del suo repertorio. Alla fine, di prepotenza e grazie al motore, porta a casa la seconda posizione ma è ridimensionato dal compagno di squadra e anche dall’autorevolezza della prestazione di Leclerc. Voto 7, sfumato.

Max Verstappen – Riesce sempre a mettere il pepe sulla coda delle Mercedes così come quando, a sei minuti dalla fine delle qualifiche, si piazza in una pole position e virtuale che costringe sia Bottas che Hamilton a togliersi la ruggine di dosso. Alla fine la differenza è sempre di qualche decimo di secondo di troppo. Ma mai come al Nurburgring la Red Bull sembra poter essere davvero competitiva. Voto 7, competitivo quanto basta.

Sebastian Vettel – Ancora una volta dimostra di non avere lo stesso passo di Leclerc anche se, nel corso delle qualifiche, i suoi ultimi giri, proprio come quelli del francese, avevano fatto ben sperare. Alla fine raccoglie il male minore. Un undicesimo posto in griglia che gli consente di scegliere la mescola giusta. Magari anche di non restare troppo staccato dai primi. Il resto dipenderà dal motore e dalla grinta con la quale deciderà di guidare. Voto 5.5, il male minore,

Daniel Ricciardo – La Renault continua a dimostrarsi molto competitiva e a fare passi in avanti ma non è la prima volta che questo succede tra prove libere e qualifiche. Ricciardo, fino a questo momento, ha mancato il grande appuntamento con i primi posti. Il problema non è la singola prestazione mala continuità. Voto 6, in attesa di conferme.

Pierre Gasly – Dopo la vittoria di Monza Gasly sembra accusare una certa stanchezza mentale. L’Alphatauri, così come dimostra anche Kvyat, che arriva dopo di lui, non è certo nella sua miglior condizione. Ma Gaslycommette molti errori e spinge con moderazione. Stavolta nell’eterno confronto con Albon è lui a dovere contare il passivo. Voto 5, poco gas.

LEGGI ANCHE > LIVE F1 GP Eifel, Qualifiche in diretta: Bottas che pole, Leclerc ottimo quarto

LEGGI ANCHE > F1 GP Eifel, Highlights Qualifiche: sintesi e immagini | VIDEO