Nuova Autocertificazione per Campania e Lombardia: gli spostamenti permessi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11

Arriva una nuova Autocertificazione per i cittadini della Campania e della Lombardia per il coprifuoco. Le modalità

Autocertificazione in arrivo: posto di blocco
posto di blocco polizia (Getty Images)

Lo spettro del lockdown è stato per il momento scampato; ritorna l’autocertificazione, però, un vero e proprio incubo cui gli italiani hanno dovuto convivere per tutta la primavera. Saranno i cittadini della Campania e della Lombardia i primi – e gli unici finora – a dover fare i conti con i moduli da portare sempre con sé che dovranno spiegare il motivo degli spostamenti. Nelle due Regioni su indicate, infatti, da giovedì entrerà in vigore il coprifuoco notturno, dalle 23 alle 5 del mattino. Durante quelle ore ci si potrà quindi spostare solo comprovate esigenze. Già, ma quali sono? Di salute innanzitutto, ma anche lavorative. In Lombardia sarà valida fino al 13 novembre e, insieme al decreto firmato dal ministro Speranza e dal governatore Fontana (De Luca, ovviamente, per la Campania) vi sarà anche il modulo aggiornato di autocertificazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Viaggi in Aereo e rischio Covid: CommonPass, il nuovo passaporto digitale

Autocertificazione, motivazioni e sanzioni

posto di blocco di polizia
posto di blocco di polizia (Getty Images)

L’autocertificazione, ai sensi del DPR 445/2000, sarà sotto la responsabilità di chi l’avrà redatta e firmata. In caso di dichiarazioni false la sanzione può arrivare fino ad un massimo di 3 mila euro. Nella suddetta, che può essere chiesta e controllata ai posti di blocco dalle forze dell’ordine, saranno indicate le esenzioni al blocco.

Si potrà circolare solo per rientrare ai propri domicili o per motivi di salute ma anche per comprovati motivi di lavoro o di natura familiare fino a più generici motivi di necessità urgenti. Nell’autocertificazione, ovviamente, dovrà essere apposto anche il nome ed il cognome della persona che circolerà oltre gli orari consentiti oltre che barrare la casella per la quale è prevista l’esenzione.

LEGGI ANCHE >>> In monopattino senza casco: due ragazzini in ospedale dopo incidente