Valentino Rossi e la guarigione dal Covid: le condizioni del pilota

Valentino Rossi è ancora alle prese con il Covid: in attesa del tampone negativo, arrivano buone notizie sulle condizioni del pilota

valentino rossi covid yamaha
Il box vuoto di Valentino Rossi (Getty Images)

Ancora fuori causa. Dopo aver saltato il primo Gp d’Aragon, Valentino Rossi è stato costretto a dare forfait anche nella seconda gara spagnola. Colpa del Covid, cui il pilota di Tavullia è risultato positivo. Da ormai dieci giorni, Rossi è in isolamento a casa – in attesa che il tampone dia esito negativo – ed è costretto ad assistere alle gare soltanto davanti alla tv. Il ritorno in pista, guarigione permettendo, è previsto per Valencia ad inizio novembre. Buone notizie da questo punto di vista arrivano dal box Yamaha, dove il team director Massimo Meregalli ha fatto il punto sulle condizioni del ‘Dottore’.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Valentino Rossi, Pablo Nieto svela un aneddoto sulla quarantena

Valentino Rossi in via di guarigione: “Non ha più sintomi Covid”

valentino rossi yamaha condizioni
Valentino Rossi (Getty Images)

Per Valentino Rossi il coronavirus sembra ormai in via di sparizione. A dirlo è Massimo Meregalli, team director della Yamaha. Intervistato da ‘Sky’, ha spiegato che “Rossi si sente meglio e non accusa più i sintomi del Covid”. Ora però, per rivederlo in moto in questa parte finale di stagione, occorrerà anche anche i test diano la risposta sperata. L’appuntamento con il tampone è lunedì: “Speriamo sia negativo – ha affermato ancora Meregalli – così Valentino potrà unirsi al team e partecipare alla gara di Valencia“.

Rossi è al secondo Gp saltato e la Yamaha ha deciso di non sostituirlo per le due corse spagnole. La sua positività, insieme a quella di altri piloti come Riccardo Rossi e il caso Arbolino, ha spinto la Irta a inviare una lettera ai piloti. Un invito a trascorrere le ultime settimane di gare insieme ai team, evitando i contatti con l’esterno. Una richiesta di maggior prudenza visto la recrudescenza del coronavirus per far sì che il motomondiale possa arrivare a conclusione senza ulteriori intoppi.

“Qualcuno non sta seguendo in maniera rigida le misure di sicurezza – si legge a conclusione della lettera inviata ai piloti -, ma se vogliamo continuare a gareggiare, dobbiamo dimostrare al mondo esterno di essere capaci di rispettare le condizioni concordate. Per favore non pregiudicate il completamento della stagione”.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi assente al GP Teruel: il messaggio social della Yamaha