“Schumacher poteva vincere altri Mondiali in Mercedes”: Haug sicuro

“Michael Schumacher avrebb potuto vincere almeno un altro titolo se avesse continuato in Mercedes”: parola dell’ex team principal

"Schumacher poteva vincere altri Mondiali in Mercedes": Haug sicuro
“Schumacher poteva vincere altri Mondiali in Mercedes”: Haug sicuro

Non è stato l’avvento di Lewis Hamilton ad accelerare il ritiro definitivo dalla Formula 1 di Michael Schumacher. Lo spiega l’allora team principal del team tedesco Norbert Haug, convinto che Schumi avrebbe potuto anche vincere ancora un Mondiale o due.

Il sette volte campione del mondo è rimasto in Mercedes per tre stagioni, deludenti per i suoi standard, segnate da un solo podio al GP Europa del 2012. Dopo il suo secondo e definitivo addio, al suo posto è arrivato Lewis Hamilton che ha conquistato nel 2014 il suo primo titolo in Mercedes.

“Schumacher aveva quasi 44 anni al momento del ritiro” ha detto Haug a Sport1, “ma questo non vuol dire che non fosse più capace di vincere. Se avesse continuato nel 2013, 2014, 2015, avrebbe potuto vincere almeno un altro titolo. Un pilota da pole position nel 2012 avrebbe potuto trionfare nel 2014 con una vettura uguale o superiore“.

Leggi anche – Hamilton o Schumacher, chi è il più forte: anche Coulthard si espone

“Schumacher avrebbe potuto guidare la Mercedes ibrida”

"Schumacher avrebbe potuto guidare la Mercedes ibrida"
“Schumacher avrebbe potuto guidare la Mercedes ibrida”

Già allora, al momento del secondo addio di Schumi alla Formula 1, gli ingranaggi si erano messi in moto per arrivare alla transizione verso i motori ibridi. Una nuova storia cominciata nel 2014, che ha visto la Mercedes conquistare tutti i titoli piloti e costruttori. 

Si tratta, ha ammesso anche Haug, “di un risultato unico e inimmaginabile nella storia della Formula 1, che racconta da solo il valore del team, dei piloti e della dirigenza”.

In questa storia, mantiene un posto speciale Nico Rosberg. E’ l’unico compagno di squadra che sia riuscito a battere, in pista e in classifica mondiale, sia Schumacher sia Hamilton. Un’impresa completata con il titolo del 2016, il suo ultimo atto da pilota di Formula 1 prima di annunciare il suo definitivo addio alle corse.

Leggi anche – Hamilton e l’importanza di Schumacher: “Cosa ho capito in Mercedes”