Caso Mazepin, Steiner duro sul video: “Non la passerà liscia”

Il caso Mazepin continua a tenere banco, il manager Steiner duro nei confronti del pilota: “Non la passerà liscia”

Nikita Mazepin
Nikita Mazepin (Getty Images)

Nikita Mazepin, il pilota russo che debutterà nel campionato di Formula 1 nel 2021, continua a far discutere. Non il talento del ragazzo, peraltro indiscutibile, quanto alcuni atteggiamenti discutibili extra pista. Il video in cui palpeggiava sul seno una ragazza, seppur per scherzo, non è affatto piaciuto e se n’è parlato a lungo nel paddock, fin quasi a rischiare il licenziamento. La situazione, in casa Haas, è stata poi gestita internamente con una bella lavata di capo da parte dei dirigenti della scuderia statunitense. Gunther Steiner, il manager altoatesino della squadra, è tornato sulla vicenda sulle colonne del “The Race“.

Non avrebbe dovuto fare quellochiaro il riferimento al video in questionee sa che ha sbagliato. Si è scusato ed ora deve imparare da quell’errore, dovremo lavorare su questo affinché non lo commetta nuovamente. Ora si deve concentrare sulle corse. Si è assunto le sue responsabilità ed è stato importante; si può migliorare essendo cosciente dell’errore commesso sennò non funziona“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Haas, caso Mazepin: FIA e Formula 1 prendono posizione ufficialmente

Mazepin

Gunther Steiner
Gunther Steiner, manager della Haas (Getty Images)

Steiner ha poi continuato. “Non prendo in calcia chi è in ginocchio, non sono il tipo, anche perché non sarebbe buono. Lo stiamo aiutando ed istruendo, non l’ha fatta franca e non abbiamo detto andasse bene quando è accaduto il fatto” ha detto il manager.

Non deve commettere nuovamente questo errore, evidente peraltro, e lo stiamo aiutando affinché non accada. La questione non è finita sotto il tappeto, non dico oltre ma non si è risolta la situazione“.

Una presa di posizione netta e decisa da parte del manager della Haas, la scuderia che nella prossima stagione punterà su due rookie. Accanto a Mazepin, infatti, vi sarà il debutto per Mick Schumacher, per una squadra giovane ed ambiziosa. I due sono reduci dal Mondiale di Formula 2, con il titolo iridato finito proprio nella bacheca del tedesco.