FCA, collaborazione con Archer: il progetto sui taxi volanti – Foto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:00

La FCA ha annunciato la collaborazione con Archer: l’obiettivo è realizzare taxi volanti. Le foto del progetto

FCA Evtol - taxi volante
Il teaser del taxi volante FCA Archer (Fca)

FCA potrebbe presto presentare un progetto sui taxi volanti. Ciò che sembrava fantascienza fino a qualche anno fa, roba da “Futurama“, è sempre più vicino a diventare realtà, con una data ben precisa, il 2023.

Fiat Chrysler Automobiles ha infatti annunciato l’accordo con una startup statunitense, la Archer Aviation e l’obiettivo è lavorare e sviluppare un eVTOL, entrando ufficialmente nel settore della Urban Air Mobility. Già, ma cos’è? Si tratta di un velivolo – naturalmente elettrico – che sia in grado di effettuare decollo ed atterraggio verticalmente. Al momento si conoscono pochi dettagli del progetto in sé, perché questi saranno svelati gradualmente; mostrato fin qui solo un teaser con l’obiettivo del 2023 come data ultima per svilupparlo integralmente.

Il taxi volante potrebbe avere una velocità di circa 240 km/h ed una autonomia di 100 km, tempistiche che, di fatto, sbaraglierebbero ogni tipo di concorrenza sui mezzi urbani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> AirCar, arriva l’Auto volante: il video della vettura che si trasforma in aereo

Taxi volanti: il ruolo di FCA ed Archer

FCA Evtol - taxi volante
Il teaser del taxi volante FCA-Archer (FCA)

Il connubio tra FCA ed Archer Aviation ha compiti ben precisi. L’azienda statunitense lavora per realizzare una compagnia aerea che possa essere utilizzata nelle più grandi città del globo, diventando pioniera del settore. Il marchio italiano, invece, realizzerà l’abitacolo del mezzo, con il chiaro obiettivo del minor peso possibile, fondamentale per l’aerodinamica ed il volo dello stesso. Al contempo metterà a disposizione le competenze sul design e lavorerà per rendere i costi di produzione il più esigui possibili.

Il futuro è l’elettrificazione dei trasporti. Proporremo nuove soluzioni sul mercato che abbiano basso impatto ambientale grazie ad Archer” le parole di Doug Ostermann, vicepresidente dello sviluppo globale di FCA.

Grazie ad FCA ed alla sua collaborazione potremo produrre ogni anno migliaia di velivoli, avendo a disposizione tanta esperienza nel campo della progettazione” ha affermato Brett Adcock, co-founder di Archer.

Una discesa in campo, per FCA, fondamentale ed importante in questo settore, considerato anche il ritardo accumulato nei confronti di altri costruttori che si sono mossi in anticipo in tale ambito. Ora Fiat Chrysler Aumotobiles proverà a colmare il gap, proprio come fatto per la realizzazione dei primi veicoli interamente elettrici della gamma.