Nikita Mazepin, tutto sul pilota della Haas: carriera, controversie, incidenti

Testacoda e controversie caratterizzano gli esordi in Formula 1 di Nikita Mazepin che già nelle serie minori si era costruito una fama di pilota sopra le righe

Nikita Mazepin, tutto sul russo della Haas: carriera, controversie, incidenti
Nikita Mazepin, tutto sul russo della Haas: carriera, controversie, incidenti

Qualcuno ha creato un sito per registrare tutti gli incidenti che coinvolgono il pilota russo della Haas Nikita Mazepin. Quanto successo nella prima parte delle qualifiche del GP Imola in Formula 1 è solo l’ultimo di una lunga serie di episodi controversi che hanno alimentato la fama del russo nelle formule minori.

“Accetto le conseguenze delle mie azioni” ha detto al momento della presentazione alla Haas, dopo che sui social in tanti chiedevano il suo licenziamento prima ancora dell’inizio della stagione. Al centro dell’attenzione era finito il video in cui si mostrava in atteggiamenti impropri con una ragazza in un taxi.

Già nell’aprile del 2016, però, Mazepin aveva iniziato a costruire una fama di “bad boy”, di pilota aggressivo in pista ai limiti della scorrettezza e anche qualcosa di più. Allora, in un GP di Formula 3 all’Hungaroring, dopo essere stato ostacolato in prova da Callum Ilott, il russo l’ha affrontato ai box con intenzioni non certo votate alla pacifica risoluzione del conflitto.

Lo scambio di battute fra i due ha portato presto la discussione a livelli di guardia. Mazepin poi gli ha tirato due pugni in faccia, provocandosi ferite, una mascella gonfia e un occhio nero.

Leggi anche – F1 GP Imola, disastro Mazepin: doppio testacoda nelle prove libere

Nikita Mazepin in Formula 1, testacoda e incomprensioni

Mazepin in Formula 1, testacoda e incomprensioni
Mazepin in Formula 1, testacoda e incomprensioni

Nel 2019, a Sochi, Nikita Mazepin e Nobuharu Matsushita sono usciti senza fratture e nessun serio danno da un grave incidente in F2 dopo tre curve.

L’anno scorso a Spa, nella Feature Race, Mazepin ha spinto fuori Yuki Tsunoda all’ultimo giro. Il giapponese oggi all’Alpha Tauri ha ottenuto poi la vittoria a tavolino perché il russo è stato penalizzato  di 5 secondi.

Il suo inizio in Formula 1 è, allo stesso modo, caratterizzato da testacoda e uscite di pista. Tanto che c’è chi già vorrebbe soprannominarlo “Mazespin”. Mick Schumacher, dunque, suo compagno di squadra

Impostazioni privacy