LIVE F1 GP Baku, Gara in diretta: Perez che trionfo, Leclerc l’ultimo giro non basta

F1 GP Baku, il Gran Premio in diretta in tempo reale con aggiornamenti e cronaca dal circuito cittadino azero 

Sergio Perez
Sergio Perez (Foto: Getty Images)

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA 

Una gara pazzesca a Baku. Verstappen, dopo un’ottima strategia Red Bull al pit stop, si invola verso la vittoria ma a tre giri dalla fine, il cedimento di una gomma in rettilineo provoca un incidente senza conseguenze per il pilota comunque costretto al ritiro. La Gara riparta dalla griglia con Perez avanti a Hamilton. Lewis si gioca il tutto per tutto alla ripartenza ma finisce lungo e ultimo di fatto. Perez gestisce il vantaggio e trionfa mentre un grande Vettel si prende la seconda posizione e Gasly la terza nonostante il tentativo finale di Leclerc rimasto in testa alla gara per i primi due giri dopo la pole di ieri .

TRIONFA PEREZ. Vettel secondo. Terzo Gasly. Quarto Leclerc. Incredibile sesto posto di Alonso. Hamilton è ultimo e non guadagna nulla su Verstappen.

GIRO 50: Clamoroso errore di Hamilton che compromette le possibilità di vittoria. Gasly respinge il sorpasso di Leclerc che ci riproverà all’ultimo giro.

RIPARTITI: INCREDIBILE HAMILTON che va lungo dopo la partenza e finisce ultimo. Perez ormai va a vincere con 1 secondo su un pazzesco Vettel. Gasly incredibilmente terzo. Leclerc quarto

16.10: PARTE GIRO DI FORMAZIONE poi si riparte dalla griglia per gli ultimi due giri

Si riparte dalla griglia di partenza. A questo punto Hamilton torna pienamente in corsa per la vittoria

E’ UFFICIALE: Si riparte alle 16.10 ora italiana

15.51: C’è ancora incertezza su come ripartirà la Gara se dalla griglia o dalla safety car

15.43: TUTTI FERMI ANCORA 

BANDIERA ROSSA: Le monoposto sono in pit lane in attesa della rimozione della monoposto di Verstappen. Si attende la decisione del direttore di corsa. La Gara potrebbe anche finire qui.

Verstappen è disperato. Che rabbia per l’olandese mentre si incammina ai box.

SAFETY CAR: La Gara potrebbe finire così a 3 giri dal termine con Perez primo seguito da Hamilton e uno splendido Vettel

INCREDIBILE COLPO DI SCENA: MAX VERSTAPPEN A MURO in rettilineo. Cede la posteriore all’olandese che esce dall’abitacolo arrabiatissimo

GIRO 44: Verstappen ottiene il giro veloce e si garantisce al momento un altro punto aggiuntivo oltre a quelli dell’ormai probabile vittoria

GIRO 43: Verstappen si invola verso la vittoria. Sale a 4 secondi il vantaggio su Perez e Hamilton che tenta ancora di insidiare Perez

PER VEDERE IL VIDEO DELL’INCIDENTE DI STROLL – CLICCA QUI 

GIRO 41: Verstappen ha un secondo e mezzo da Perez e 2.3 da Hamilton.

GIRO 39: Dopo l’entrata della safety car, Hamilton ha accorciato su Perez e riprende così a insidiare il secondo posto. Vettel è quarto

GIRO 37: Verstappen ristabilisce le distanze su Perez e Hamilton e si invola a 15 giri dal termine. Malissimo Bottas, tredicesimo

RIPARTITI AL 36 GIRO: Verstappen sempre avanti su Perez e Hamilton. Vettel beffa Leclerc e si prende il quinto posto con il ferrarista in sesta.

GIRI 33-34: Ancora Safety Car in pista. Stanno rimuovendo i detriti lasciati dalla monoposto di Stroll

GIRI 31-32:SAFETY CAR IN PISTA. Stroll è rientrato ai box senza alcuna conseguenza. La Aston Martin è distrutta

GIRO 30: INCIDENTE STROLL. Che botta per il canadese in rettilineo. Safety Car in pista. Il pilota sta bene

GIRI 27-28: Sale a sei secondi il vantaggio di Verstappen su Perez e a 8 su Hamilton. Incredibile Stroll, quarto. Partito da ultimo non si è ancora fermato. Il canadese precede Gasly e Leclerc

GIRO 26: Situazione Ferrari. Leclerc è quinto virtuale in attesa del pit stop di Stroll. Sainz ha superato Alonso ed è dodicesimo ormai lontanissimo

GIRI 24-25: Vola Verstappen. L’olandese si porta a 4 secondi da Perez e a 6 da un arrabbiatissimo Hamilton che chiede al box di inventarsi qualcosa per limare il gap con i Red Bull

GIRI 22-23/51: Hamilton è furioso nel team radio: “Sono troppo più forti” riferito alle Red Bull. Lewis si lamenta che non ha la velocità per insidiare i rivali

GIRO 21: Prosegue il duello in testa con Verstappen che ha 3 secondi su Perez e 4 da Hamilton terzo. Lewis sta provando a superare invano il messicano

GIRO 20: Riepilogo classifica, Verstappen, Perez, Hamilton, Gasly e Leclerc risalito in quinta posizione dopo il pit stop di Vettel

GIRO 18: SI FERMA VETTEL. Verstappen al comando mentre Hamilton punta al sorpasso su Perez per la seconda posizione

GIRO 16: Leclerc è scivolato in settima posizione. Sainz dopo l’uscita di pista è addirittura 14esimo. Si attende solo il pit stop di Vettel

GIRI 14-15: Al comando della corsa c’è Seb Vettel, E’ un primato effimero quello del pilota dell’Aston Martin che deve fermarsi e cedere la posizione alle due Red Bull. Hamilton è quarto

GIRO 13: SI FERMA ANCHE PEREZ che resta davanti a Hamilton. Pazzesco lavoro della Red Bull che ora ha Verstappen al comando seguito dal compagno di squadra e da Lewis

GIRO 12: SI FERMA VERSTAPPEN. L’olandese conserva la posizione su Hamilton. Grandissimo pit stop della Red Bull. Ora al comando c’è Perez che deve fermarsi.

GIRO 12: Ora al comando ci sono le due Red Bull di Verstappen e Perez che devono ancora fermarsi

GIRO 11: SAINZ LUNGO IN CURVA ma riesce a rientrare. PIT STOP HAMILTON che rientra in quarta posizione

GIRO 10: Riepilogo classifica: Hamilton, Verstappen, Perez, Gasly e Sainz che si ferma ai box. Che duello tra Hamilton e Verstappen.

GIRO 9: PIT STOP LECLERC. Gomma bianca per il monegasco che rientra in decima posizione.

GIRO 7:  La Ferrari soffre in rettilineo e Perez supera Leclerc. Ora Charles è quarto. Si fa durissima per lui

GIRO 6: VERSTAPPEN SUPERA LECLERC. L’olandese completa la rimonta e si prende la seconda posizione con Hamilton nel mirino

GIRO 5: Distanze invariate tra i primi tre. Hamilton ha un secondo di vantaggio su Leclerc. Verstappen sempre più vicino

GIRO 4: I tre di testa continuano a duellare. Hamilton avanti, Verstappen si lamenta con il box per la poca velocità in rettilineo

GIRO 3/51: Hamilton ha già preso un secondo a Leclerc. Verstappen vicino al sorpasso in rettilineo. Sarà durissima resistere per Charles

GIRO 2: Hamilton brucia Leclerc in rettilineo e balza al comanda. Charles ora deve guardarsi anche dalla rimonta di Verstappen. Sainz sempre sesto

PARTITI: Leclerc conserva il primo posto su Hamilton, Verstappen terzo. Sainz è sesto. Ottimo Charles al via ancora in testa alla fine del primo giro.

FORMATION LAP. Si parte

13.55: CI SIAMO. Tra cinque minuti il via al GP di Baku in Azerbaijan

Manca davvero poco per il via del GP di Baku, sesto appuntamento mondiale dopo Bahrain, Imola, Portimao, Montmelo e Montecarlo. A due anni di distanza si ritorna in Azerbaigian, nel circuito cittadino dei “castelli”. Alle 14 (le 16 ora locale) il via del Gran Premio. Come di consueto, AutoMotoriNews seguirà la gara con aggiornamenti e cronaca in tempo reale.

In pole position, per il secondo GP consecutivo, vi sarà Charles Leclerc. Il monegasco, che si augura un epilogo decisamente differente rispetto a quanto accaduto a Monaco, ha realizzato un giro perfetto, sfruttando la scia involontaria della Mercedes e mettendo la sua Ferrari davanti a tutti. Al suo fianco ci sarà proprio Lewis Hamilton. E le analogie con la gara del Principato riguardano anche la sessione chiusa anticipatamente con tanto di bandiera rossa, stavolta per l’incidente occorso a Tsunoda, finito contro le barriere.

In prima fila, dicevamo, Hamilton accanto al ferrarista, con un deluso Max Verstappen che si dovrà accontentare della terza posizione accanto a Gasly. Solo quinta l’altra Ferrari di Carlos Sainz, solo decimo Valtteri Bottas.

LEGGI ANCHE >>> Ferrari show al GP Baku, seconda pole consecutiva: quando è successo l’ultima volta

GP Baku, i risultati nel 2019

Il circus della Formula 1 torna a Baku, in Azerbaigian, dopo l’appuntamento mancato nel 2020 causa Covid. Due anni fa fu la Mercedes di Valtteri Bottas a trionfare, dopo un lungo braccio di ferro con il compagno di scuderia Lewis Hamilton, secondo al traguardo. Gradino più basso del podio per Sebastian Vettel sulla Ferrari, con l’altra monoposto di Maranello, quella guidata da Charles Leclerc, quinta dopo una grande rimonta. Quarta la Red Bull di Max Verstappen, settimo Carlos Sainz, pilota allora della McLaren motorizzata Renault.

Dopo il GP di Baku, il Mondiale di Formula 1 si sposterà in Francia, sul circuito Paul Ricard, nel week end dal 18 al 20 giugno, dopo una settimana di sosta.