Joan Mir non ci sta, la risposta a Marquez: “Lui è il primo a saperlo”

Joan Mir ha ricevuto qualche critica dopo il titolo MotoGP conquistato nel 2020 in assenza di Marc Marquez, il quale a sua volta lo ha punzecchiato.

Joan Mir
Joan Mir (Getty Images)

Joan Mir nel 2020 si è laureato campione del mondo MotoGP, ma forse il suo successo non è stato celebrato abbastanza. L’assenza di Marc Marquez ha fatto sì che al trionfo del pilota Suzuki non venisse dato sufficiente valore da parte di molti.

Non è certamente colpa del maiorchino se l’otto volte iridato si è infortunato e ha dovuto saltare tutto lo scorso campionato. Che bisognava fare? Non correre o non assegnare il titolo perché mancava Marquez? Mir è stato più bravo degli altri a fare punti e ha vinto con merito un Mondiale che magari non passerà alla storia, ma che non va denigrato a prescindere.

LEGGI ANCHE -> Quartararo “chiama” Messi in MotoGP: la foto ironica del pilota Yamaha

MotoGP, Joan Mir non si sente abbastanza amato in Spagna

Joan Mir
Joan Mir scontento delle critiche ricevute (Getty Images)

Joan Mir in un’intervista concessa a Motosprint ha fatto un piccolo sfogo in merito alla situazione che ha dovuto vivere dopo il successo del 2020: «Mi dispiace molto che in Spagna il mio titolo sia stato poco valorizzato, anche meno rispetto a Paesi come l’Italia, dove mi sento più amato e considerato. Talvolta nei commenti vedo odio, invidia stupidaggini. Ma non me ne curo troppo, faccio il mio lavoro e torno a casa tranquillo».

Al pilota della Suzuki è stato a volte fatto notare che prende pochi rischi, anche Marc Marquez ha esposto tale osservazione: «Non è vero – ha risposto Joan – perché qui serve sempre prendere rischi. Marc è il primo a saperlo, dato quello che ha passato. Io do tutto, faccio il possibile con il pacchetto di cui dispongo e bisogna essere realisti. Arriveranno piste più favorevoli e dovremo migliorare in qualifica».

Impostazioni privacy