Superbike Portimao, Baz penalizzato: il podio spetta a Locatelli

Il duello tra Baz e Bautista sulla pista Superbike di Portimao ha comportato conseguenze disciplinari che sono costate il podio al pilota della Ducati Go Eleven

Superbike Portimao Baz
Loris Baz, la commissione lo toglie giù dal podio di Portimao (Getty Images)

Niente podio per Loris Baz e per la Ducati della Go Eleven. A distanza di oltre ventiquattro ore dalla gara #2 di Superbike di Portimao vinta da Jonathan Rea davanti a Scott Redding la commissione disciplinare ha deciso di infliggere una penalità al pilota francese.

Superbike Portimao, Locatelli sul podio

Retrocesso Loris Baz, che si era piazzato al terzo posto sia nella gara #1 di sabato che nella Superpole Race, il podio tocca invece ad Andrea Locatelli. Tutto risale al duello per il terzo posto tra Baz e Bautista nel corso degli ultimi giri. In un vero e proprio testa a testa, all’altezza della curva 5 curante il penultimo giro, Baz è entrato con troppa foga infliggendo un colpo con la carena a Bautista che è caduto finendo lungo.

LEGGI ANCHE > Superbike Portogallo, cambia tutto: cade Razgatlioglu, e Rea si rialza

Superbike Portimao Locatelli
Andrea Locatelli, quarto podio d’ufficio a Portimao (Getty Images)

La nuova classifica generale

Le immagini dell’incidente sono state immediatamente acquisite dalla commissione che ha convocato a fine gara sia Bautista che Baz per asccoltare il loro punto di vista. Alvaro Bautista era stato molto chiaro nell’attribuire a Baz le responsabilità dell’incidente che lo ha privato del podio costringendolo al ritiro. Per la verità ci si aspettava una decisione molto più tempestiva da parte della commissione che per una giornata intera ha lasciato Baz sul podio. Salvo poi retrocederlo al quarto, promuovendo Andrea Locatelli.

Baz, schierato al posto di Chaz Davies, infortunato, si è detto dispiaciuto della decisione: ma ha accettato il verdetto della commissione giudicante. Grazie a questo terzo posto, il quarto di questa stagione, Locatelli aggancia Rinaldi al quarto posto del Mondiale Superbike.