Carlos Sainz vince a Silverstone: anche un calciatore del Milan si congratula

Theo Hernandez si è congratulato con Carlos Sainz per la sua prima vittoria in Formula 1 ottenuta a Silverstone.

Carlos Sainz ricorderà a lungo l’ultimo weekend in Gran Bretagna. Ha conquistato la sua prima pole position e soprattutto il suo primo successo in F1. A Silverstone ha coronato un sogno inseguito per diverso tempo.

Carlos Sainz
Carlos Sainz felice della vittoria a Silverstone (Foto LaPresse)

Altre volte era stato vicino alla vittoria e non ci era riuscito. Ad esempio in Canada, dove ha fatto tutto il finale di gara dietro a Max Verstappen senza riuscire a superarlo. Invece in Inghilterra è andata decisamente meglio.

Il suo trionfo è stato un po’ “oscurato” da quanto successo a Charles Leclerc, danneggiato da un’errata strategia della Ferrari, però deve essere soddisfatto di quello che ha fatto.  Vincere aiuta a vincere e il recente successo può sbloccarlo definitivamente, consentendogli di essere più competitivo. Vedremo se nel prossimo weekend in Austria si confermerà ad alti livelli.

Theo Hernandez si congratula con Carlos Sainz dopo la vittoria a Silverstone

Sainz ha grande voglia di dimostrare che la vittoria a Silverstone non è stata un caso. A Spielberg darà il massimo. E se non potrà vincere, almeno dovrà provare a essere utile a Leclerc e alla Ferrari nella corsa ai titoli piloti e costruttori. Il suo ruolo può essere importante.

Intanto Carlos sta ricevendo tanti complimenti per il suo primo trionfo in Formula 1. Sui social network sono molti i messaggi di congratulazioni per lui. Uno gli è arrivato anche da Theo Hernandez, calciatore del Milan che su Twitter ha condiviso il post pubblicato dalla Ferrari e ha messo l’emoticon “TOP”.

Anche l’ex terzino di Atletico e Real Madrid segue la F1 e ha voluto complimentarsi con Sainz. Il figlio d’arte ha vissuto un weekend che forse non si aspettava, essendo già stato sorpreso nelle qualifiche di aver siglato la pole position. Domenica ha completato l’opera e merita applausi, al netto della sventura di Verstappen e dell’errore commesso dalla Ferrari con Leclerc. Ha dato il massimo.

Impostazioni privacy