F1, GP Austria: Bottas tris in pole, numeri e curiosità delle qualifiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:07
66

Formula 1, GP Austria. Nell’anniversario della prima vittoria in F1, la Mercedes piazza per la 65ma volta due vetture in prima fila. Bottas firma il record di pole al Red Bull Ring

F1, GP Austria: Bottas tris in pole, numeri e curiosità delle qualifiche
F1, GP Austria: Bottas tris in pole, numeri e curiosità delle qualifiche

La Mercedes ha occupato al Red Bull Ring, nelle qualifiche del primo gran premio della stagione, l’intera prima fila. E’ la 65ma della sua storia, e ricorre nell’esatto anniversario della prima doppietta, al debutto in Formula 1 in Francia nel 1954. A Reims, sulla W196, vinse Juan Manuel Fangio davanti a Karl Kling. Il suo rivale Alberto Ascari, su Maserati, ucì al primo giro per un guasto al cambio.

Bottas ha firmato la pole con un vantaggio di 12 millesimi su Lewis Hamilton. E’ il distacco più sottile fra primo e secondo in qualifica nella storia del GP Austria. Un gran premio che ha registrato anche una volata record in gara. Era il 1982, a Zeltweg Elio De Angelis conquistò il primo successo in F1 per 5 centesimi su Keke Rosberg. E’ il quarto distacco più ridotto nella storia della F1. Sarà anche l’ultimo successo della Lotus con il grande Colin Chapman ancora in vita.

Leggi anche – F1 GP Austria, Qualifiche: Bottas beffa Hamilton, tempi e piazzamenti

F1, GP Austria: il record di Bottas, le altre curiosità

Il finlandese diventa così l’unico capace di partire tre volte in pole su questo circuito. Nel GP Austria, quando si correva a Zeltweg o nella precedente gestione dell’Osterreichring, ci erano riusciti anche Niki Lauda, René Arnoux e Nelson Piquet. Bottas centra così la 12ma pole in carriera, 31mo all time come David Coulthard e Gerhard Berger che proprio qui nella gara di casa annunciò il suo addio alla Formula 1.

Hamilton si assicura la 146ma partenza in prima fila, la quarta in Austria: sono 30 più di Michael Schumacher.

Bello spunto di Lando Norris, che ha chiuso quarto. E’ il suo miglior piazzamento in griglia in Formula 1. Parte per la prima volta in seconda fila e riporta la McLaren in una delle prime due file dopo quattro anni. L’ultima volta, nel 2016, ci riuscì Jenson Button in una qualifica segnata dall’alternanza tra pioggia e asciutto. Su pista interamente asciutta, una McLaren non andava così bene dal GP Russia del 2014.

In terza fila partiranno Alexander Albon, quinto in griglia per la terza volta di fila dopo tre sesti posti consecutivi, e il messicano Sergio Perez dell’osservatissima Racing Point, alla miglior qualifica da Baku l’anno scorso. I due hanno chiuso esattamente con lo stesso miglior tempo in Q3.

Detto già delle difficoltà della Ferrari, con Vettel che per la prima volta manca la qualificazione inb Q2 in una sessione in cui non ha avuto guasti o problemi, si segnalano i progressi di Lance Stroll, che finora aveva centrato la Q3 solo a Monza e per tre anni fila (2017, 2018, 2019). La quarta matura sulle colline della Stiria.

Proprio a Monza, ha portato per l’unica volta in prima fila la sua Williams, che l’anno scorso è rimasta abbonata alle ultime file. I progressi dal 2019 sono evidenti, George Russell ha mancato la Q2 per 0.073 secondi; un anno fa per 1,3 secondi.

Leggi anche – F1 GP Austria, Hamilton convocato dai commissari: la decisione dei giudici