Sinner e l’Alfa Romeo, “Matching talents”: come nasce l’accoppiata vincente

Jannik Sinner, giovane stella del tennis italiano, dallo scorso ottobre è global ambassador di Alfa Romeo. Le ragioni di un’accoppiata vincente

Sinner e l'Alfa Romeo, "Matching talents": come nasce l'accoppiata vincente (foto Getty)
Sinner e l’Alfa Romeo, “Matching talents”: come nasce l’accoppiata vincente (foto Getty)

Jannik Sinner è il giovane tennista italiano che sta facendo appassionare tutti i tifosi e il mondo dello sport. Scatena grandi aspettative, per i suoi record di precocità, i grandi risultati, per la maturità e la forza che dimostra in campo e fuori. Qualità non così comuni in un ragazzo di diciannove anni.

A ottobre del 2020, Sinner è diventato “global ambassador”, volto nel mondo, dell’Alfa Romeo. Il tennista azzurro l’ha annunciato con grande orgoglio sui suoi profili social accompagnando il messaggio con una foto e un hashtag, #MatchingTalents. Talenti che si incontrano, che stanno bene insieme.

Infatti Jannik Sinner e l’Alfa Romeo condividono identità e valori. Intanto lo spirito competitivo, la passione, la crescita costante, il progresso delle prestazioni. Qualità che Alfa Romeo ritrova anche in Formula 1 con Antonio Giovinazzi, con cui Jannik Sinner condivide anche l’amore per le corse.

I due si stanno reciprocamente aiutando. Giovinazzi gli dà lezioni di guida, perché Jannik si diverte anche sui kart. Sinner gli dà una mano a migliorare il suo tennis, come ha fatto anche lo scorso dicembre con l’australiano Daniel Ricciardo, passato dalla Renault alla McLaren.

Leggi anche – Jannik Sinner, Alfa Romeo celebra la vittoria all’Atp di Melbourne

Sinner e l’Alfa Romeo Stelvio, il video sulla neve

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jannik Sinner (@janniksin)

Alfa Romeo l’ha scelto subito come volto da affiancare alle nuove Giulia e Stelvio in allestimento Sprint. Un nome che richiama le origini del marchio del Biscione, e testimonia un forte ritorno all’anima sportiva della gamma. Una caratterizzazione forte e precisa, quella di Alfa Romeo, alla luce anche della presenza in Formula 1, all’interno della galassia Stellantis.

Simpatico, ad esempio, il siparietto dello scorso Natale che ha visto protagonista Jannik Sinner e un’Alfa Romeo Stelvio coperta dalla neve. Un modello poi svelato, scoperto come un regalo.

L’azzurro, che ha vinto i suoi primi due tornei nel circuito ATP dopo l’avvio della partnership con Alfa Romeo, ha dimostrato anche in quel contesto giocoso un lato molto naturale. Lo stesso che emerge in altri momenti che documenta sul profilo social, come l’inseguimento a una gallina, le corse nei boschi, le sfide a calcio con il suo allenatore.

Tutto questo valorizza una serietà nell’applicazione, nella dedizione al lavoro che alimenta il desiderio di competizione. Aspetti che lo rendono già un idolo per i ragazzini che si avvicinano al tennis. Di fatto, Sinner offre un’altra colorazione al successo del made in Italy. Con la sua costante vocazione al miglioramento, la prestazione diventa emozione. In campo e al volante. Matching Talents, appunto.

Impostazioni privacy