Michael Schumacher, l’epica rimonta con la Ferrari al GP Spagna | Video

Michael Schumacher conquistò la sua prima vittoria in Ferrari proprio nel GP di Spagna: 2 giugno 1996, ha inizio il mito

Michael Schumacher
Michael Schumacher (Getty Images)

Dici Michael Schumacher e subito vengono in mente i suoi trionfi in Ferrari. Sì, il pilota tedesco ha vinto (e tanto) anche con altre monoposto ma è il binomio con la Rossa ad essere diventato mito. Eppure i primi anni di Schumacher al volante della monoposto di Maranello sono stati tutt’altro che agevoli. Iniziò tutto nel 1996 con il suo passaggio al Cavallino Rampante: la Ferrari non vinceva un titolo piloti da 17 anni (1979) e quello costruttori mancava dal 1983.

Per infrangere il tabù occorrerà attendere ancora, ma già dal 1996 si gettavano le basi per il riscatto. La prima lampante dimostrazione del talento irraggiungibile di Schumacher arrivò nel Gp di Spagna disputato il 2 giugno 1996. Un gara nata sotto una cattiva stella per la Ferrari: fino a quel punto al stagione era stata dominata dalla Williams e il tedesco si era dovuto accontentare di tre podi. Anche le qualifiche non erano andate bene: Schumacher finì terzo, ma a quasi un secondo dalle due Williams.

LEGGI ANCHE >>> Schumacher e Hamilton, campioni a confronto: Rosberg spiega le differenze

Michael Schumacher, in Spagna la prima vittoria con la Ferrari


Tutto lasciava presagire una doppietta delle Williams con Hill e Villeneuve a contendersi la vittoria, ma il destino era colorato di rosso e a dare una mano arrivò la pioggia. Copiosa iniziò a scendere il sabato sera e continuò anche al momento della partenza. La pista bagnata non favorì lo scatto di Schumacher che pattinò e si ritrovò in settima posizione, mentre Villeneuve si portava al comando.

Poi però la magia ebbe iniziò: il campione tedesco iniziò letteralmente a volare con la sua Ferrari, capace di dare anche tre secondi al giro ai rivali. La rimonta fu entusiasmante e portò Schumacher al comando della gara. Vittoria già scritta, ma non senza qualche patema perché a metà gara la Rossa iniziò ad accusare qualche problema al motore. Toccò al pilota tedesco gestire il cospicuo vantaggio accumulato e a far tornare ad esultare dopo un lungo digiuno i tifosi Ferrari. Due giugno 1996, Gp di Spagna, pioggia: così iniziò il mito di Schumacher in rosso.

Impostazioni privacy