Ferrari, la sorpresa di Jean Alesi: “Sarà uno shock”

L’ex pilota della Ferrari Jean Alesi non nasconde la sua sorpresa sulla Rossa di Maranello: “Sono impressionato”

Nata per stupire, almeno nelle forme. La Ferrari F1-75 è un’auto innovativa: a Maranello avevano anticipato che sarebbe stato un progetto all’insegna della novità e hanno rispettato le attese.

Berger e Alesi
Berger e Alesi © Ansa

La nuova monoposto è stata svelata ieri a tutti nelle sue nuove linee: niente show car come fatto ad esempio dalla Red Bull, ma una vettura molto simile a quella che tra qualche giorno debutterà in pista a Barcellona per i pre test. Toccherà a lei, alla F1-75 provare a riportare la Ferrari alla vittoria. Obiettivo della scuderia è riuscire almeno ad interrompere il digiuno di successi in gara, poi se si potrà arrivare anche a qualcos’altro lo dirà il tempo e i risultati in pista.

Leclerc e Sainz hanno mostrato la loro ammirazione per la nuova vettura in un video diventato virale. Sorpresa anche l’ex pilota Ferrari Jean Alesi che ha potuto ammirare la vettura prima della presentazione ed ha espresso le sue opinioni in un’intervista a ‘Canal +’.

Ferrari, Alesi stupito: “La F1-75 è un gioiello”

Ferrari
Ferrari © Ansa

Alesi è uno di quei piloti che ha lasciato il segno a Maranello pur non riuscendo a portare la Ferrari alla vittoria. I tifosi sono molto legati a lui e il suo giudizio sulla nuova F1-75 fa già sognare. L’ex pilota ha svelato di aver visto la Ferrari in anteprima e ha commentato così la nuova Rossa: “E’ davvero sorprendente per le sue forme strette. Spero che vada forte quanto Mercedes e Red Bull“.

LEGGI ANCHE – Sainz, che elogio a Leclerc: “Non pensavo fosse possibile”

Una speranza che si fonda sull’impressione avuta al primo sguardo: “La F1-75 è un gioiello: sinceramente sono rimasto impressionato“. Alesi continua e spiega che “la Red Bull non è commentabile, era uno showcar: la Ferrari invece sarà uno shock“.

LEGGI ANCHE  – Carlos Sainz, messaggio alla Ferrari: “È la mia ambizione massima”

La nuova vettura di Maranello ha quindi entusiasmato l’ex pilota, almeno allo sguardo esterno. Un giudizio che non fa altro che crescere ulteriormente l’attesa in vista del debutto in pista: manca una settimana e si potrà capire se lo “shock” provocato dalla visione della Ferrari avrà corrispondenza con il potenziale della monoposto. Adesso l’ultima parola spetterà alla pista, che rivelerà se ci sarà stato un effettivo cambio di passo da parte della Ferrari rispetto alle passate stagioni.