Nascar, clamorosa eliminazione di Kyle Larson: il disastro di Charlotte

Si chiude con un inatteso fallimento la stagione di Kyle Larson, campione della Nascar Cup Series dello scorso anno

Una delle domande che gli appassionati di Nascar si ponevano alla vigilia di questa stagione era come i protagonisti dell’ultimo campionato avrebbero reagito alla rivoluzione imposta dalle auto Next Gen.

Nascar Kyle Larson Automotorinews 101022
La Chevrolet #5 di Kyle Larson, clamorosamente esclusa dalle finali Nascar Cup Series (AP LaPresse)

La risposta che arriva da alcuni dei grandi protagonisti degli ultimi anni non è certo positiva. In particolare per Kyle Larson, dominatore del campionato 2021, eliminato alle porte della semifinale al termine di una gara a dir poco disastrosa al Charlotte Roval.

Nascar, Kyle Larson abdica

Kyle Larson, che lo scorso anno aveva firmato il suo primo contratto a tempo pieno in Nascar con la Hendrick Motorsports, era reduce da una stagione incredibile. Dieci vittorie che gli hanno portato in dote il suo primo titolo assoluto in un 2021 assolutamente da record.

Stavolta non sono bastate le due vittorie ottenute quest’anno. Più successi di chi in semifinale in qualche modo c’è entrato lo stesso. Così come le statistiche evidenziano una difficoltà evidente. Basti pensare ai giri da leader: solo 368, niente a confronto dei 2.581 dello scorso anno.

“Colpa mia, troppi errori…”

Nascar Kyle Larson Automotorinews 101022
Larson dopo la vittoria di Watkins Glen ad agosto (AP LaPresse)

Tuttavia grazie ai piazzamenti e ai punti ottenuti fin qui Larson si presentava al Charlotte Roval con buone possibilità di arrivare in semifinale. Anche senza vincere la gara. Invece è stato un disastro. Larson, che si trovava nelle prime posizioni di corsa, in pieno controllo e senza correre grandi rischi, a pochi giri dal termine si è clamorosamente stampato sul muro. Danni pesanti alla sua Chevrolet costretta a fermarsi altre due volte con una sospensione rotta. Poi un ulteriore zoppicante rientro, con una inutile affannata rincorsa al miglior piazzamento possibile. Migliore se non altro di quello di Chase Briscoe, l’unico più a rischio di lui.

Briscoe, con una clamorosa rimonta, ha chiuso al nono posto nella gara vinta da Christopher Bell. Larson, 35esimo, è il grande escluso. Per due soli punti… “Non ho nulla da dire se non che la gara di oggi è l’ennesima giornata storta di una stagione in cui poche cose sono andate per il verso giusto. Ho sbagliato io. Ma questo è stato solo l’ultimo di una serie di errori. Solo molto arrabbiato con me stesso. Deludere la squadra così tante volte mi amareggia. E quella di oggi è l’amarezza più grande”. 

Un errore fatale

Larson spiega così il momento dell’incidente che lo ha messo fuori causa: “Non stavo nemmeno spingendo così tanto in quel momento ero tranquillo e in scia. É stato un attimo: ho perso aderenza e mi sono ritrovato sul muro… evidentemente ci sono cose che devo ancora imparare. Non puoi arrivare in finale se commetti così tanti errori”.

La Hendrick ha riconfermato Kyle Larson anche per la prossima stagione rinnovandogli il contratto due mesi fa, dopo la vittoria di Watkins Glen.

Gestione cookie