Audi TT RS da 800 cavalli: record bruciato sul quarto di miglio – Video

Una Audi TT RS da 800 cavalli da record: da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi. Potenza da brividi

Audi TT RS
Audi TT RS (Getty Images)

Un auto da sogno, velocissima l’Audi TT RS che nn ha davvero nulla da invidiare alle supercar classiche, Ferrari, Lamborghini, Bugatti e Porsche su tutte. E’ una coupé cattivissima, con un motore 2.5 litri turbo con 400 cavalli che erogano una potenza impressionante, scaricandola tutta le quattro ruote grazie alla trazione integrale. Ed i dati sono davvero impressionanti, considerato come servano poco più di tre secondi e mezzo (3″7) per toccare i 100 km/h da fermo. Una vettura davvero da prestazioni super, che regala emozioni e trasmette adrenalina pura. L’aerodinamica dell’auto è estrema e sul portellone ha un ampio alettone che serve a tenerla ancorata a terra in curva ed alle alte velocità. Ma si può rendere ancora più estrema ed esagerata una vettura già di per sé potentissima? E’ quanto si è chiesto un proprietario della vettura del marchio con i quattro anelli, evidentemente non soddisfatto appieno della potenza del veicolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bugatti, Lamborghini e molto altro, un raduno di supercar mai visto – Video

Audi TT RS: 800 cavalli di potenza e record sul quarto di miglio

Audi TT RS
Audi TT RS (Getty Images)

L’uomo ha di fatto, modificato ed “aperto” il motore. Con ogni probabilità è stato inserito un nuovo Turbo, con annessa aspirazione ed intercooler, con rafforzamento di pistoni e bielle. Rivisitazione anche dell’elettronica e dell’iniezione ma il risultato è stato davvero impressionante e sicuramente in linea con le aspettative dell’olandese. Ben 800 cavalli, per una potenza raddoppiata di fatto che abbassa anche il dato sulla velocità massima: meno di 3″ (2,8) per lo scatto da 0 a 100 km/h.

Numeri davvero impressionanti, pazzeschi che si notano perfettamente nel video di AutoTopNL che evidenzia come servano 4,3 secondi per il passaggio dai 100 orari ai 200. Test in piazza per la coupé di Ingolstadt superato, con tanto di record bruciato sul quarto di miglio; appena 9,8 secondi, quattro decimi in meno del record appartenente alla Porsche 911 Turbo S. Il tutto con una partenza iniziale non semplicissima; la troppa potenza scaricata a terra dalla vettura, infatti, ha creato problemi di stabilità.

LEGGI ANCHE >>> Bentley, l’Audi può acquisirne il controllo: il futuro del marchio inglese