Rubano l’Auto al padre: uomo si improvvisa detective e la ritrova

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:58

Dopo una settimana dal furto dell’auto di suo padre, un uomo di Sarzana (La Spezia) ha rinvenuto il veicolo grazie alle sue indagini private.

Rubano auto Sarzana padre
Carabinieri (Getty Images)

La scorsa settimana un uomo di Sarzana, comune in provincia di La Spezia, aveva denunciato il furto della propria auto. Una Volvo, di cui si erano letteralmente perse le tracce e sulla cui sparizione stavano indagando le Forze dell’Ordine.

Destino ha voluto, però, che a ritrovarla fosse qualcuno di famiglia, ossia il figlio che impegnato nelle attività di ricerca, in un’area lontana dal centro abitato, ha riconosciuto parcheggiata sul ciglio della strada la macchina del genitore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Viola le norme anti-covid in Auto: giovane squarcia gomme della Polizia

Sarzana, ritrova l’auto rubata del padre: all’interno refurtiva di vario genere

Carabinieri Auto
(Foto: Getty)

L’uomo, fratello di un famoso avvocato di Sarzana, aveva deciso di impegnarsi personalmente per ritrovare l’auto del padre. Nell’ambito delle sue indagini private si è ritrovato nei pressi  di Ponzano Magra, una zona lontana dal centro abitato ed è li che avrebbe effettuato la piacevole scoperta. Parcheggiata c’era un’auto che subito ha catturato la sua attenzione. Avvicinatosi al veicolo si sarebbe accorto, riporta la redazione de La Nazione, trattarsi dello stesso modello di Volvo sottratto al padre, anche dello stesso colore. Conferma che non fosse una mera coincidenza, ma che si trattava proprio di quella del genitore, il confronto della targa. L’uomo avrebbe immediatamente, quindi, contattato le Forze dell’Ordine, che già erano state investite della vicenda considerando la denuncia sporta.

I Carabinieri, giunti sul luogo del ritrovamento, hanno perquisito il veicoli trovandoci all’interno degli oggetti rubati: si trattava di preziosi in oro e di un orologio. Probabilmente, i malviventi che avevano rubato la Volvo avrebbero utilizzato il mezzo per compiere altri reati così come ipotizzato dai figli dell’uomo. A loro avviso, infatti, era plausibile l’ipotesi che i ladri si fossero impadroniti dell’auto per porre in essere ulteriori condotte criminose. Stando a quanto riferito da La Nazione, è anche possibile che l’auto fosse stata lì parcheggiata quel giorno dai malviventi poiché intenti in qualche colpo nelle case della zona di Ponzano Magra. Al loro ritorno, potrebbero aver visto i Militari ed aver girato a largo dandosi alla fuga.

Ora le indagini delle Forze dell’Ordine sono concentrate sull’identificazione dei responsabili del furto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Positivo al Covid soccorre la compagna in Auto senza patente: denunciati